In Italia arrestati finanziatori dell\'organizzazione terroristica delle Tigri Tamil

logo tigri tamil 1' di lettura 19/06/2008 - La Digos di Napoli con un’operazione che ha coinvolto circa 200 agenti in sei regioni ha arrestato 28 persone accusate di far parte dell’organizzazione terroristica “Tigri Tamil” dello Sri Lanka.

Le “Tigri Tamil” sono membri facenti parte di un’organizzazione terroristica che si battono per l’indipendenza della parte settentrionale dello Sri Lanka. I 28 simpatizzanti, arrestati in dieci città italiane (Napoli, Genova, Biella, Mantova, Milano, Novara, Reggio Emilia, Bologna, Palermo e Roma), negli ultimi anni avrebbero raccolto somme di denaro cospicue per finanziare l’organizzazione.

Infatti, nel corso dell’operazione, la Digos di Napoli ha sequestrato, oltre il materiale propagandistico della cellula terroristica, i soldi raccolti e pronti per essere inviati alla Liberation Tigers of Tamil Eelam (Ltte). La Ltte è l’organizzazione paramilitare terroristica dello Sri Lanka responsabile di azioni di guerriglia e attentati nel proprio Paese. E’ nata nel 1972 per rivendicare i diritti della minoranza Tamil, sita al nord dell’isola, poi è cresciuta sino a diventare una vera e propria organizzazione terroristica, compiendo azioni di guerriglia, utilizzando anche bambini-soldato.

Dunque l’operazione, epilogo di due anni di indagini, condotte in tutto il territorio nazionale e coordinate dalla Direzione Centrale delta della Polizia di Prevenzione, è tesa a neutralizzare la struttura dedita al sostentamento finanziario delle Tigri Tamil, che solo in Italia, grazie all’operazione di “estorsione di massa” della comunità singalese di etnia Tamil, pacifica e ben inserita nella società, frutta centinaia di migliaia di euro annui.






Questo è un articolo pubblicato il 19-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 giugno 2008 - 2617 letture

In questo articolo si parla di cronaca, soldi, Sudani Alice, italia, sri lanka, logo tigri tamil, tigri tamil, digos di napoli, terrorismo





logoEV