L\'Italia di Donadoni si prepara ad affrontare la Spagna senza Barzagli

3' di lettura 20/06/2008 - Lo stadio Maria Enzersdorf è stato aperto al pubblico per permettere la visione della preparazione atletica della Nazionale Italiana. Grande entusiasmo dopo la qualificazione ai quarti di finale dell’Europeo per tutta la squadra, accolta con applausi.

I quasi due mila tifosi accorsi allo stadio per assistere al primo allenamento dopo l’impresa hanno così accolto con numerosi e interminabili applausi tutti i giocatori della Nazionale azzurra ma, in particolare modo, rivolti a Gigi Buffon e a Luca Toni. I tifosi, in gran numero giovani, hanno assistito in prima fila agli allenamenti dei campioni d’Italia sventolando le bandiere e facendo un tifo da vera competizione agonistica.

La preparazione si è svolta in tre differenti tipologie d’allenamento: Fabio Cannavaro, senza tutore alla caviglia, ha effettuato una breve corsa a bordo campo ed ha iniziato una mini preparazione di recupero sotto lo sguardo vigile del professore Ferretti, che lo ha operato.

Gli azzurri si sono divisi in due gruppi per l’allenamento: coloro che hanno disputato la partita contro la Francia, si sono preparati con il Ct Donadoni con il pallone, facendo esercizi di vario genere. Gli altri, invece, sotto la guida del preparatore atletico Andreini si sono dedicati agli esercizi ginnici e di scioglimento muscolare.

Tutto in vista del prossimo match con la Spagna, che si disputerà domenica 22 giugno. Match visto con prudenza e cautela dal Ct Donadoni che ha dichiarato: “La Spagna è una squadra forte, che se non viene affrontata con lo spirito giusto ti fa arrivare sempre secondo sul pallone, e a quel punto sei perduto”.

Poi senza sbilanciarsi troppo ha commentato con orgoglio la squadra e il rapporto che si è creato, di contro alle polemiche dei giorni precedenti la qualificazione: “ L’attaccamento dei giocatori mi commuove, potrei fare qualunque cosa per il gruppo. Probabilmente vedono in me qualcosa in più del tecnico, individuano ancora caratteristiche del giocatore. E per me questo è positivo. Comunque, non mi sono mai sentito solo”.

Passando successivamente all’analisi tecnica l’allenatore della Nazionale Italiana ha detto: “Con la Spagna dovremo fare a meno di Pirlo e Gattuso? In questi due anni abbiamo fatto a meno di giocatori anche più celebrati. Chiaro che sono assenze pesanti, come pure quella di Cannavaro. Ma quelli che giocheranno hanno tutto per fare bene”.

E in conclusione, il Ct Donadoni ha esclamato: “Questa squadra può battere chiunque”. Allora, non resta che aspettare domenica e vedere come andrà il match con la Spagna, nel quale la Nazionale Italiana dovrà fare a meno anche del difensore Andrea Barzagli. Infatti, a causa di un infortunio in allenamento, il difensore ha terminato il proprio Europeo.

Dopo Cannavaro, dunque, anche Barzagli indebolisce la difesa azzurra e ugualmente il difensore infortunatosi nell\'ultimo allenamento verrà operato dal professore Ferretti, che si sta già adoperando affinchè l\'operazione possa avvenire in Austria nei prossimi giorni, come richiesto da Barzagli stesso.

Per lui l\'infortunio è stato più grave di quanto apparso al momento dell\'accaduto. Il medico della Nazionale ha riscontrato la rottura del menisco interno del ginocchio sinistro.






Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 20 giugno 2008 - 2462 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, Sudani Alice, nazionale italiana, euro 2008, donadoni, tifosi, allenamento