Verona: violenta per 18 anni la figlia, arrestato un operaio locale

violenza in casa 1' di lettura 20/06/2008 - Arrestato un operaio veronese che per 18 anni ha abusato sessualmente della propria figlia.

Dopo sei mesi di indagini, avviate grazie alla denuncia della vittima, la polizia è riuscita ad arrestare l’uomo di 53 anni. Ora, il carnefice si trova in carcere come stabilito dal provvedimento di custodia cautelare emesso dal gip scaligero Enrico Sandrino, su richiesta del pm Elvira Di Tulli.

Dagli accertamenti fatti dalla squadra mobile di Verona, in sei mesi di indagini, sarebbe emerso che la prima violenza subita dal padre risale all’età di 10 anni. Abusi continuati poi per 18 lunghi anni con una media di 3-4 volte alla settimana.

Stupri terminati lo scorso gennaio, soltanto grazie al coraggio della vittima, di 29 anni, di lasciare la casa dei genitori, nella quale viveva e si consumavano le violenze, e di denunciare l’accaduto alla polizia, su suggerimento di alcune amiche con le quali si era confidata.

Così, avviate le indagini che hanno permesso l’arresto dell’uomo, la ragazza è stata ospitata in una struttura protetta, aiutata da uno staff di psicologi, che tentano di farle superare il trauma e di aiutarla a iniziare una nuova vita, più serena, dove vive ancora oggi.






Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 20 giugno 2008 - 2664 letture

In questo articolo si parla di cronaca, casa, Sudani Alice, genitore, violenza sessuale, incesto, verona, squadra mobile di Verona, ragazza





logoEV