Motocross: Enduro Assoluti di Italia, l’italo francese Meo davanti a tutti

anto meo 4' di lettura 09/03/2009 - Cala il sipario della prima gara degli Assoluti d’ Italia ed il «cast» dei piloti si appresta a lasciare le splendide colline senesi che con la loro scenografica località di San Galgano di Chiusdino hanno fatto da palcoscenico a questa combattuta e sofferta kermesse sportiva.

Una due giorni per veri polsi di ferro a cominciare dagli uomini del Moto club La Balzana Città del Palio che insieme ai club Garganella e Costa Etrusca hanno lavorato sodo per far si che la gara, già seriamente compromessa dalla pioggia scesa nei giorni precedenti, risultasse comunque fattibile. Missione compiuta quindi per la regia senese che anche quest’ anno si è avvalsa della preziosa collaborazione del 186 Reggimento Paracadutisti Folgore di Siena per la vigilanza nel parco chiuso e nelle prove speciali, graziati dalla presenza del sole che permette di asciugare e seccare alcuni punti fangosi più esposti come il crossdromo che ha ospitato il cross- test, annullato il giorno precedente della gara e reintrodotto invece nella giornata conclusiva a partire dal secondo giro. Tolto invece il quarto ed ultimo passaggio sulla melmosa enduro test diventata troppo scavata. Chi sembra invece non essersi accorto della pesantezza del terreno è l’ italo- francese Antoine Meo, show- man nello spettacolare cross- test, ha potuto sfoggiare il suo passato nei maggiori crossdromi mondiali facendo volare la sua 250 4T Husqvarna davanti a tutti e per un soffio su Simone Albergoni (KTM Farioli) trionfatore nella gara di apertura. Ancora un terzo posto invece per il finlandese di HM Honda Zanardo Mika Ahola


CLASSE 125 2T: largo ai giovani. Un podio tutto Under21 ed interamente “made in Bergamo” quello applaudito oggi con una doppietta per Thomas Oldrati (KTM Farioli) ottimo 4° assoluto seguito da Jonathan Manzi (Husqvarna CH) ed il pilota del Team Italia KTM GPMotorsport Luca Marcotulli. Neppure il destino ha voluto favorire gli intramontabili dell’ottavo di litro, stop anticipato infatti per Roberto Bazzurri e Fausto Scovolo. CLASSE 250 2T: netta supremazia del campione in carica Alex Belometti (KTM Farioli) che nonostante un’ incertezza nell’ ultima enduro test riesce comunque a vincere a mani basse. Ancora un argento per Michael Pogna (KTM Iron Racing Team, mentre sale sul terzo gradino del podio il marchigiano Luca Cherubini (Tm Racing) riscattandosi del ritiro del giorno prima. CLASSE 250 4T: davvero in gran forma Simone Albergoni in perfetto feeling sulla sua nuova KTM 250 4t targata Farioli segna addirittura il record di settore nel cross- test davanti ad uno specialista dei crossdromi come Meo. Irraggiungibile per gli avversari tanto da stabilire un gap di oltre 3 minuti da un comunque bravo Alessio Paoli all’ esordio su una HM 250 4T. Ancora un terzo posto Andrea Belotti passato tra le file di HM Daihatsu Terios Enduro Team.


CLASSE 450 4T: doppio vittoria per Oscar Balletti (HM Honda Zanardo). Guadagna un posto invece Vanni Cominotto (KTM Farioli) che dal terzo di ieri sale al secondo posto. Riscatto compiuto invece per Alex Zanni (HM Daihatsu Terios Enduro Team) che dallo sfortunato sesto posto nella prima gara per la catena scesa nell’ ultima prova che gli ha fatto rimettere oltre due minuti vola al terzo posto. Nota di merito per Fabrizio Dini (Beta Boano) che nonostante la frattura alla mano ha collezionato un secondo nella gara conclusiva solo un sesto per il riacutizzarsi del dolore. CLASSE 500 4T: la classe dei penalizzati. A cominciare da Fabio Mossini (HM Honda Daihatsu) che perde la sua prima doppietta in 500 a causa di un minuto accreditato al controllo orario per la rottura del carter picchiato contro una pietra. Vittoria consegnata quindi nella mani del plurititolato Alex Botturi (KTM Iron Team). 5 invece i minuti di penalità per Mirko Gritti (Beta Boano) che esce dal cross- test con un tempo di 24 minuti per problemi alla catena. Visto il ritiro di Maurizio Facchin (HM Daihatsu Terios Team) e Mario Rinaldi (Husaberg) il bergamasco riesce comunque a chiudere a podio.


Tra le squadre è doppietta per il Trial David Fornaroli, mentre tra i Team Indipendenti si riconferma la formazione di Mucci Racing. Giornata di doppiette anche nella Coppa Italia con Luca Spinelli (Husqvarna) che si ripete nella classe Cadetti, Diego Nicoletti (Beta) tra gli Junior e Gabriele Pagnoni (TM ) tra i Senior. Scambio ai vertici solo tra i major con il veneto Simone Zanon (Yamaha) che prevale su Matteo Zoppas (Husqvarna) ed il vincitore nella prima giornata Francesco Sibelli (KTM). Valgono certamente una vittoria il 5° posto di Nicolas Pellegrinelli ed il 6° di Nicholas Trainini nella Coppa Italia Cadetti perché in grado di portare i loro due piccoli HM 50 2T in parco chiuso chiudendo addirittura senza penalità, applauditissimi e super tifati nel cross- test i due 15enni hanno dimostrato talento e voglia di competere da vendere.






Questo è un articolo pubblicato il 09-03-2009 alle 22:15 sul giornale del 09 marzo 2009 - 2766 letture

In questo articolo si parla di sport, motocross, Sergio Conti, anto meo