Motocross: campionato italiano di Enduro, Manzi domina gli under e Rizza i senior

rizza 7' di lettura 18/03/2009 - E’ il talentuoso Jonathan Manzi a dominare tra gli Under ma soprattutto sui 265 partenti della tappa inaugurale degli affollati tricolori di categoria corsi in terra siciliana, mentre Rizza si impone tra i Senior.

La colorata e chiassosa carovana dell’ Enduro, con un pieno di arance, cannoli e goloserie al pistacchio, saluta definitivamente l’ ospitale regione Sicilia e la provincia di Catania, hanno regalato una splendida giornate di sport, divertimento e tante sane emozioni. I primi a ringraziare sono proprio le autorità locali l’ Assessore allo Sport Alfio Lo Presti, il Sindaco Ernesto Del Campo e l’ Assessore allo Spettacolo Paolo Raciti quest’ ultimo attivo endurista, che nel corso delle premiazioni hanno manifestato l’ entusiasmo di poter ospitare nel comune di Randazzo una manifestazione nazionale così emozionante che ha colorato ed animato rispettosamente le vie cittadine con i suoi 265 partenti.


Onori al merito sicuramente agli organizzatori moto club Salvo Aiello, in collaborazione con il club 01 di Messina ed al neo eletto Presidente del Comitato Regionale Sicilia Francesco Mezzasalma soprintendente di un eccellente regia per questa prova inaugurale che dopo le tre tappe di Assoluti nel ’03 a Noto e nel ‘05- ’06 a Linguaglossa, il Major a Francavilla nel 2004 e l’ Europeo lo scorso anno a Letojanni dovrebbe finalmente spianare la strada per l’ assegnazione del mondiale 2010 alla Sicilia. Situata a 754 m. d’ altitudine, Randazzo è incastonata sul versante settentrionale dell’ Etna con un territorio distribuito tra il Parco regionale dell’ Etna, quello dei Nebrodi ed il Parco Fluviale dell’ Alcantara. Uno scenario naturalistico incantevole saggiato non solo dai piloti che esploravano lungo i 70 km di percorso sentieri adagiati su distese di lava antica e recente ma anche dagli accompagnatori che hanno goduto di questo panorama spostandosi da una prova all’ altra.


Oltre ad un Etna fumante, un altro vulcano ha dominato i comprensori catanesi, il pilota ufficiale di CH Racing Jonathan Francesco Manzi che come lo scorso anno ha inaugurato la stagione prevalendo su tutti bloccando il cronometro a 39 minuti e 13 secondi. Un ipotetico podio assoluto soggiogato dalle scattanti e piccole 125 2T, alle spalle del pilota Junior infatti sono finiti Alessandro Rizza (Suzuki Valenti Johnny Moto) ed il ritrovato Manuel Pievani (KTM) rispettivamente protagonisti della 125 2T Senior.


Campionato Italiano senior (nati dal’ 85 al ’76) Classe 125 2T: quest’ anno sembra davvero determinato alla conquista di quel titolo sfiorato per due anni Alessandro Rizza che apre la stagione con una splendida vittoria ai danni di Manuel Pievani il campione junior (’05-’06) ed ex pilota della Maglia Azzurra tornato ai campi tricolori con un positivo argento davanti al campione in carica Maurizio Lenzi (KTM). Classe 250 2T: non sorprende tanto la vittoria del vice campione Roberto Rota (Gas Gas) quanto il secondo posto di Andrea Cantinotti (TM ) davvero rasente al pilota cremasco, tanto da strappare il primo tempo di classe in due delle sei prove cronometrate. Primo bronzo tra i “2T” di Davide Camisani Calzolari (HM Honda). Classe 250 4T: Rientro d’ oro per il toscano Maurizio Magherini (KTM) che anche lui ex portacolori della Maglia Azzurra come Pievani riprende le gare dopo una serie di infortuni stagionali cogliendo una splendida vittoria davanti ad uno specialista della 250 4T come Giorgio Alberti (HM Honda).


Primo podio per il traslocato della 125 Luca Vecchi (KL- Kawasaki) che con il terzo posto a soli 3 lunghezze dal secondo si dichiara possibile pretendente al titolo. Classe 450 4T: sembra aver completamente gettato alle spalle l’ infortunio al ginocchio Giovanni Gritti (Beta Boano) che centra la sua prima vittoria stagionale niente meno che davanti al titolo in carica Juri Simonicini (HM Cavallini). Terzo posto a sorpresa per Luca Politanò (Suzuki Johnny Moto) che riesce ad avere la meglio su uno sfortunato Matteo Zecchin ostacolato come molti in linea dai piloti meno veloci raggiunti e non sempre sorpassabili. Classe 500 4T: dopo un lento avvio Maurizio Facchin (HM Daihatsu Terios) come un diesel ingrana la quinta dopo il primo giro tanto da entusiasmare il pubblico nell’ ultimo cross- test abbattendo il muro dei 6 minuti (5’ 58”) e conquistando la prima piazza davanti ad un ottimo e tenace Glauco Ciarpaglini (KTM). Terzo posto per il nuovo binomio Maurizio Casartelli- Aprilia.


Tra le vittorie di squadre da segnalare il trionfo tra i club del moto club Sebino (Casartelli, Pievani, Politanò) e di Enduro Team Treviza (Facchin, Comotti A. , Vignola) tra i Team Indipendenti. Campioanato Italaino Under 23 (Cadetti nati dal’ 95 all’ 86 Classe 125 2T Junior: Jonathan Manzi ha dato un’ altra dimostrazione del suo talento non dando tregua a nessuno e vincendo 5 prove su 6 letteralmente volando sulla lunga e tortuosa prova in linea. Alle sue spalle i due portacolori del Team Italia Luca Marcotulli (KTM GPMotorsport) secondo e Massimo Mangini (Husqvarna Mucci) terzo. Classe 250 2T Junior: centra una bella vittoria Luca Bertolotti (Husqvarna Mucci) monopolizzando la classe ai danni dell’ azzurrino Vittorio Conforti (Husqvarna Mucci) finito alle spalle dell’ emiliano di oltre 50 secondi.


Ottimo terzo per il friulano Luca Coppola (KTM) che va a segnare il primo tempo su due cross- test. Classe unica 4T: esordio vincente per Edoardo D’ Ambrosio balzato dall’ ottavo di litro su una KTM 450 4T firmata Iron Team riuscito ad arginare gli attacchi di un sorprendente Marco Casucci (KTM Romanelli) davvero agile e veloce nel cross- test. A chiudere il podio Andrea Fossati (HM TRS) Classe 125 2T Cadetti: un dato interessante arriva da questa classe, la vittoria di Nicola Piccinini (KTM) in grado di mettere tutti in fila, velocissimo in linea e costante nel fetucciato il pilota della scuderia BG. Norelli si è messo alle spalle i due piloti del Team Italia Nicolò Mori (KTM GPMotorsport) e Guido Conforti (Husqvarna Mucci) separati tra loro da meno di un secondo.


Classe 125 4T Cadetti: bel incremento su questa classe. Dai soliti 3 partenti a Randazzo si è aumentati ad 8 con un solo ritirato. A primeggiare tra tutti un ottimo Luigi Maule (HM) che ha preceduto di oltre due minuti Nicolas Segnacasi (Fantic), a chiudere il podio Simone Poloni (HM). Classe 50 2T Cadetti: non ha mancato l’ appuntamento con la vittoria il talentuoso plurititolato nel minienduro Nicolas Pellegrinelli (HM) che va a vincere la prima prova con oltre due minuti di gap sugli avversari nonostante il brutto volo nel tentativo di compiere un doppio naturale nel cross- test. Alle sue spalle il siciliano Salvatore Giammona (Beta) e Nicolò Bruschi (HM).


Ladies: ha vinto a mani bassi la campionessa in carica Anna Sappino (KTM), con il ritiro al secondo della giovane ma tenace Alexa Ori in gara su una piccola Beta 50 2T, la vittoria per la simpatica piemontese è arrivata sulla carta. Lotta all’ ultimo punto tra le squadre, ben 10 quelle iscritte al tricolore Under, ma a spuntarla per un solo punto è il Trial David Fornaroli (Bertolotti, Fossati, Maule). Tra i Team Indipendenti supremazia di Mucci Racing (Manzi, Conforti V., Conforti G. , Mangini).






Questo è un articolo pubblicato il 18-03-2009 alle 19:50 sul giornale del 18 marzo 2009 - 3839 letture

In questo articolo si parla di sport, motocross, Sergio Conti, Jonathan Manzi, campionato italiano di enduro