Serra san Quirico: tenta di rapire un bambino, arrestato un anziano

2' di lettura 26/04/2009 - Una scampagnata rischia di diventare un incubo per una famiglia di Ancona, cui un anziano stava per rapire il figlio.

I due genitori con il loro bambino di 7 anni insieme ad altri amici avevano deciso di trascorrere il 25 aprile al parco delle Fonti Gorgovivo, nella valle di Serra San Quirico, vicino alle sponde del fiume Esino. Mentre i genitori stavano allestendo il pic-nic per il pranzo, il bambino stava giocando sullo scivolo e sulle altalene assieme agli amichetti, figli delle altre coppie presenti. Verso mezzogiorno, un anziano, pensionato e residente a Serra San Quirico, avrebbe avvicinato il gruppo di bimbi cercando di conquistarli con scherzi e battutine simpatiche.


In particolare, al bambino di 7 anni e ad altri, dice che lo scivolo è suo. Dice che per salirci debbono pagare e il pegno è dargli “il cinque” con le manine. I piccini lo fanno, dopotutto è un gioco. L’anziano se ne va con la sua Fiat Punto di colore bianco. Li saluta con due colpi di clacson. Mezz’ora dopo eccolo di nuovo. Suona ancora il clacson per annunciarsi. E i bambini, riconoscendolo, lo salutano. A questo punto la storia si fa inquietante. L’anziano, secondo la ricostruzione fatta da uno dei testimoni ai carabinieri, avrebbe fermato la macchina e chiamato il bambino di Ancona, invitandolo a salire. Il piccolo siede accanto all’uomo, a quel nonno simpatico che faceva le battute e cui aveva dato “il cinque”. Chissà cosa voleva. Invece il pensionato avrebbe chiuso lo sportello, abbassato le sicure per bloccare il piccolo ospite all’interno.


E sarebbe partito con quel bambino, se solo quel testimone amico di famiglia non avesse notato tutto in tempo e avesse riconosciuto nel bambino il figlio dei suoi amici. Il piccino era agitato, non voleva partire, voleva tornare da papà e mamma. Il giovane uomo corre verso la Punto bianca già col motore acceso, si butta sul cofano davanti alla macchina che a quel punto non può più partire. Urla, chiama aiuto. Altri intervengono. Qualcuno compone il 112 al cellulare. L’uomo apre lo sportello e libera il piccolo, che torna subito in lacrime tra le braccia della mamma. Il pensionato rischia il linciaggio e per salvarsi si barrica nell’auto fino all’arrivo dei carabinieri di Serra San Quirico e della Compagnia di Fabriano. E’ stato arrestato per sequestro di persona.


Il magistrato incaricato del caso dovrà decidere se procedere a suo carico anche con l’accusa di pedofilia. Sembra che questa non sia la prima volta che l’anziano tenta di portare via un bambino. Anche domenica scorsa ci avrebbe riprovato, sempre senza riuscirci meno male.






Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2009 alle 09:19 sul giornale del 27 aprile 2009 - 2313 letture

In questo articolo si parla di cronaca, serra san quirico, Talita Frezzi





logoEV