Ancona: scoperte creature abissali che vivono senza ossigeno

Roberto Danovaro 1' di lettura 08/04/2010 - Il professor Roberto Danovaro dell’Università Politecnica delle Marche e la sua équipe di ricerca italo-danese hanno individuato animali pluricellulari che vivono in assenza di ossigeno.

La loro scoperta è stata pubblicata su BMC Biology, e ripresa tra le news dalla rivista Nature. Si tratta di animali di piccole dimensioni dalla straordinaria capacità di adattamento: si riproducono e conducono l’intera esistenza in assenza totale di ossigeno. La scoperta è stata effettuata in una pozza di salamoia stagnante a tre chilometri e mezzo di profondità nel centro del Mediterraneo, dove per la mancanza di ossigeno finora si è creduto potessero vivere solo i microorganismi come i batteri e i protozoi. Questi animali di piccole dimensioni vivono di materia organica e di microrganismi.


“Per quanto riguarda l’ecologia – dice il professor Roberto Danovaro – la scoperta, che arriva dopo tre spedizioni e dieci anni di ricerche in zona, suggerisce che non esiste un ambiente impossibile per la vita, neanche negli ecosistemi più estremi della Terra”. Una scoperta, questa, che potrebbe aprire orizzonti nuovi per l’astro-biologia: “Ci permette di pensare con maggior fiducia alla possibilità di vita animale anche in ambienti extraterrestri”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2010 alle 18:46 sul giornale del 09 aprile 2010 - 855 letture

In questo articolo si parla di cultura, università, università politecnica delle marche, ancona





logoEV