Atene: tre morti asfissiati durante le proteste

1' di lettura 05/05/2010 -

Tre persone, due donne e un uomo, sono morte oggi in un attacco incendiario contro una banca al centro di Atene ai margini delle manifestazioni e dello sciopero generale contro il piano di austerità varato dal governo. 



Intorno alle 13.30, quando la manifestazione è già conclusa, restano nelle strade gruppi di antagonisti e anarchici che si sono già scontrati con la polizia. E' quell'ora che l'incendio di una filiale di una banca nella zona vicina al Parlamento, provocato da una bottiglia incendiaria, causa la fine tragica della giornata di protesta, con la morte di tre persone.

Le fiamme si sono immediatamente estese ai locali della banca al piano terra, dove c'era una ventina di persone tra clienti e impiegati che lavoravano nonostante lo sciopero. E visto che non potevano uscire sulla strada, sono tutti saliti al primo e al secondo piano della palazzina ma in tre, sopraffatti dal fumo, non ce l'hanno fatta.

Un uomo, per sfuggire alle fiamme, si lancia in strada da un balcone al primo piano, riportando solo ferite non gravi e si salva. L'intervento dei vigili del fuoco non è facile nè può essere immediato in una situazione di guerriglia.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2010 alle 20:57 sul giornale del 06 maggio 2010 - 872 letture

In questo articolo si parla di cronaca, proteste, atene





logoEV