Usa: boom nella vendita di armi

Pistola 1' di lettura 02/01/2013 - Vola negli Stati Uniti il mercato delle armi, a neanche un mese di distanza dalla strage nella scuola di Newtown, in Connecticut.

Nelle ultime settimane moltissimi americani hanno fatto domanda di porto d'armi all'Fbi, spinti dal timore che vengano emanate leggi più restrittive a riguardo, come annunciato dal presidente Barack Obama all'indomani della strage. Questo mese sono stati circa 2,8 milioni gli americani ad aver presentato le carte per il permesso (procedura poco più che formale e facilmente aggirabile), facendo registrare un +49% rispetto al dicembre dell'anno scorso. Dato di dicembre che conferma il trend di crescita: nel 2012 le persone che hanno fatto domanda sono state il 19% in più rispetto al 2011.

Ma questa non è l'unica conseguenza della strage compiuta da Adam Lanza: nella cittadina di Marlboro, in New Jersey, al ritorno dalle vacanze natalizie gli studenti si ritroveranno nelle scuole delle guardie armate, volute dai dirigenti scolastici per incrementare la sicurezza.






Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2013 alle 23:25 sul giornale del 03 gennaio 2013 - 2242 letture

In questo articolo si parla di attualità, Stati Uniti, armi, marco vitaloni, newtown

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HPr





logoEV