Stati Uniti: ritrovate tre donne rapite dieci anni fa

2' di lettura 07/05/2013 - Tre giovani donne, rapite tra il 2002 e il 2004, sono state liberate dopo essere state segregate in casa per dieci anni dal loro aguzzino.

E' successo negli Stati Uniti, a Cleveland, Ohio. Protagoniste dell'incredibile vicenda sono Gina De Jesus, 23 anni, Amanda Berry, 26enne, e Michelle Knight, 30 anni. Tre casi di sparizione in apparenza diversi, accaduti nel giro di tre anni, ma sempre nella stessa zona della città. Di Michelle si erano perse le tracce nel 2002 nei pressi della sua abitazione. Nel 2003 scomparve Amanda, alla vigilia del suo diciassettesimo compleanno. Fu vista l'ultima volta all'uscita dal fast food dove lavorava. Gina, allora 14enne, scomparve mentre tornava a casa da scuola, nel 2004.

Da allora, per dieci lunghi anni, le tre ragazze sono rimaste segregate nell'abitazione del loro rapitore, non lontano dalle case delle loro famiglie. Fino quando una di loro, Amanda, non è riuscita a liberarsi, con l'aiuto di un vicino, richiamato dalle grida provenienti dall'interno della casa. Amanda, con l'aiuto dell'uomo, è riuscita quindi a forzare la parte inferiore della porta di casa e scivolare fuori. E chiama subito la polizia, grazie al telefonino passatogli dal vicino: "Aiutatemi. Sono Amanda Berry, sono stata rapita dieci anni fa, e ora sono libera". Gli agenti intervengono, insieme con buona parte del vicinato, incredulo per l'incredibile ritrovamento. Le tre ragazze vengono portate in ospedale per accertamenti, assieme a una bambina di 6 anni, poi rivelatasi la figlia di Amanda.

Il proprietario della casa e rapitore è stato arrestato, assieme ai due fratelli: si chiama Ariel Castro, 52 anni, autista di scuolabus, separato da tempo dalla moglie. Secondo i vicini l'uomo entrava sempre dal retro e teneva sempre la casa al buio, le tende abbassate. Ora toccherà agli inquirenti chiarire come sia stato possibile che un uomo da solo abbia potuto tenere prigioniere tre donne per dieci lunghi anni, senza che i vicini sospettassero niente, nello stesso quartiere in cui vivevano le vittime.






Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2013 alle 21:29 sul giornale del 08 maggio 2013 - 3756 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rapimento, Stati Uniti, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ME9





logoEV