Arriva il computer senza silicio, funziona con nanotubi di carbonio

nanotubi di carbonio 1' di lettura 26/09/2013 - E' stato realizzato dai ricercatori dell'università californiana di Stanford il primo computer senza i tradizionali chip di silicio.

Il prototipo del calcolatore, cui la rivista Nature dedica la copertina, è stato realizzato utilizzando le nanotecnologie. I transistor sono infatti costituiti da nanotubi di carbonio, un materiale semiconduttore che promette prestazioni migliori e minore consumo di energia. Le prestazioni non sono ancora minimanente paragonabili con quelle degli attuali pc, ma rappresenta un primo passo concreto verso una nuova era dell'elettronica.

Da anni infatti il settore sta facendo i conti con i problemi legati al rimpicciolimento di transistor e chip imposti dai limiti fisici del silicio. Diventando sempre più piccoli, i chip infatti richiedono più energia e generano più calore, causando problemi di surriscaldamento. Problemi che i nanotubi di carbonio non hanno.






Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2013 alle 19:13 sul giornale del 27 settembre 2013 - 2823 letture

In questo articolo si parla di attualità, ricerca, computer, elettronica, marco vitaloni, nanotecnologia, nanotubi di carbonio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Sji





logoEV