Grosseto: sub morti, monossido nelle bombole

1' di lettura 21/08/2014 - C’era monossido di carbonio all’interno delle bombole dei tre sub morti il 10 agosto alle Isole Formiche, al largo di Grosseto.

È ciò che risulta dalla perizia disposta dalla Procura di Grosseto. Monossido di carbonio è stato trovato anche nel sangue dei tre sub perugini Fabio Giaimo, Enrico Cioli e Gian Luca Trevani, sostanza che ne avrebbe causato il decesso.

Unico indagato dalla procura di Grosseto, al momento è il responsabile del diving di Talamone, che aveva fornito le bombole, per omcidio colposo plurimo. Bisognerà stabilire perché ci fosse monossido nelle bombole e di chi sia stato l’errore.






Questo è un articolo pubblicato il 21-08-2014 alle 19:27 sul giornale del 22 agosto 2014 - 2190 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, grosseto, sub, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/8M3





logoEV