'Ndrangheta: assolta l'ex sindaco Carolina Girasole

Carolina Girasole 1' di lettura 22/09/2015 - E' stata assolta da tutti i reati Carolina Girasole, l'ex sindaco di Isola Capo Rizzuto (Crotone) accusata di voto di scambio politico-mafioso.

Il Tribunale di Crotone l'ha dichiarata non colpevole, perché “il fatto non sussiste”, al termine del processo “Insula”, nato da un’indagine della guardia di finanza che aveva portato al suo arresto nel dicembre 2013. Carolina Girasole, nota per il suo impegno contro la 'ndrangheta, era imputata, assieme al marito Franco Pugliese, per voto di scambio politico-mafioso, turbativa d’asta e abuso d’ufficio.

Secondo la Dda di Catanzaro la Girasole, alla guida di una lista civica di centrosinistra vicina al Pd, aveva vinto le elezioni comunali nel 2008 grazie anche ai voti della cosca Arena. Appoggio che sarebbe stato chiesto esplicitamente da Pugliese. In cambio dei voti l'ex primo cittadino avrebbe garantito favori alla famiglia mafiosa. In particolare avrebbe consentito agli Arena di mantenere di fatto il possesso di un terreno agricolo coltivato a finocchi, confiscato al boss Nicola Arena nel 2007. Il terreno era stato assegnato all'associazione Libera Terra, che lo gestisce tuttora.

I giudici hanno anche assolto per i reati di voto di scambio e associazione a delinquire il boss Nicola Arena e i figli Pasquale e Massimo, condannati a 3 anni e 6 mesi per la sola turbativa d’asta.






Questo è un articolo pubblicato il 22-09-2015 alle 20:28 sul giornale del 23 settembre 2015 - 1631 letture

In questo articolo si parla di cronaca, calabria, 'ndrangheta, marco vitaloni, assoluzione, voto di scambio, carolina girasole, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aopw





logoEV