New York: Obama e Putin briandano con il rosé di Montignano

1' di lettura 29/09/2015 - Le eccellenze, stavolta enologiche, della spiaggia di velluto finiscono sul tavolo delle Nazioni Unite. Lo storico brindisi tra il presidente americano Obama e il leader russo Putin durante il pranzo all'Onu dell'altro giorno è avvenuto con le bollecine del Bolla Rosa, uno spumante rosato delle cantine Luigi Giusti di Montignano.

A gustare lo spumante tutto senigalliese, abbinato ad un timballo di trota affumicata con mousse di cetriolo e mango, sono stati tutti i principali capi di governo del mondo riuniti per il tradizionale pranzo alle Nazioni Unite. Un grande successo per lo spumante rosato senigaliese ottenuto dal vitigno della Lacrima.

“Obama e Putin che brindano con un vino marchigiano è il riconoscimento della nostra operosità, dedizione e qualità -ha detto Alberto Mazzoni, direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini- E' un momento di particolare importanza per le nostre imprese e ci piace pensare che la ripartenza verso un'internazionalizzazione di successo inizi proprio dal vino, che sta beneficiando dell’intenso lavoro fatto in questi ultimi cinque anni sul fronte dei mercati esteri".






Questo è un articolo pubblicato il 29-09-2015 alle 22:49 sul giornale del 30 settembre 2015 - 1694 letture

In questo articolo si parla di enogastronomia, attualità, giulia mancinelli, barack obama, vladimir putin, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aoFh





logoEV