Germania: esplosione in un impianto chimico, due morti e due dispersi

1' di lettura 17/10/2016 - Un’esplosione si è verificata in un impianto chimico della Basf, nella zona porto fluviale di Ludwigshafen nel sudovest della Germania provocando due vittime e sei feriti.

Secondo quanto riferito dall’azienda ci sarebbero anche due dispersi. Esclusa la pista terroristica da parte della polizia tedesca. Sostanze chimiche si sono sprigionate nell’aria ed è allarme nube tossica, tanto che i 21 mila residenti della zona sono stati invitati a restare in casa con porte e finestre chiuse e a chiudere gli impianti di condizionamento.

Sembra che l’esplosione sia stata causata da lavori a tubature che vengono utilizzate per il trasbordo di liquidi infiammabili e gas dalle navi agli stabilimenti di produzione.

Nella mattinata, intorno alle 8.30, un’altra esplosione in un impianto della Basf a Lampertheim che lavora materie plastiche, a circa 20 chilometri da Ludwigshafen. Entrambi gli impianti sono stati fermati.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2016 alle 15:19 sul giornale del 18 ottobre 2016 - 6468 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aCpl





logoEV