83enne muore poco dopo la seconda dose di vaccino. Aperta inchiesta

1' di lettura 03/04/2021 - Si era vaccinata contro Il Covid-19 nel pomeriggio di venerdì 2 aprile, nel poliambulatorio di San Vito Chietino, uno dei principali comuni abruzzesi della Costa dei Trabucchi, ma subito dopo l'inoculazione della seconda dose del vaccino Pfizer, mentre stava tornando a casa insieme alla figlia Sonia, ha accusato un malore ed è deceduta. 

La vittima è C. De S., una donna di 83 anni di Lanciano (Ch), infermiera in pensione. La donna è stata prontamente soccorsa dagli operatori del 118 e caricata in ambulanza per il trasporto all'ospedale "Renzetti", ma purtroppo non c'è stato nulla da fare.

La salma è stata trasferita all'obitorio dell'ospedale di Chieti per l'autopsia disposta dalla Procura di Lanciano che sull'accaduto ha aperto un fascicolo. Avviata un'inchiesta per accertare le cause del decesso e se possa sussistere una correlazione tra il siero inoculato e quanto successivamente accaduto. Gli esami necroscopici saranno effettuati martedì 6 aprile dal medico legale Domenico Angelucci.

Sconcerto a Lanciano dove l’anziana era molto conosciuta, e dove, con la famiglia, gestiva un punto ricevitoria del lotto in corso Bandiera.






Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2021 alle 12:55 sul giornale del 06 aprile 2021 - 1570 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roma, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bV1b