...

Il nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Napoli ha proceduto, su disposizione della sezione misure di prevenzione del tribunale di Napoli, alla confisca, tra Campania e Lazio, di un patrimonio del valore di 17,6 milioni riconducibile a Michele Palumbo, 69enne di Villaricca (Napoli) ritenuto esponente del clan Mallardo. Le fiamme gialle hanno acquisito al patrimonio dello Stato 17 unità abitative tra Giugliano in Campania (Napoli), Aversa (Caserta), Mentana e Monterotondo (Roma), 11 terreni nel comune di Mentana, quote e immobili relativi a una società attiva nel settore immobiliare con sede a Fonte Nuova (Roma).


...

I finanzieri hanno eseguito un provvedimento di confisca di beni per un valore complessivo di quasi 22 milioni di euro, nell'ambito dell'operazione 'Scommessa' coordinata dalla Dda di Bari e condotta dagli uomini dello Scico e Gico, che ha consentito di scoprire "un sodalizio criminale transnazionale" con base operativa a Bari e ramificazioni a Malta, Antille olandesi, Isole Vergini britanniche e Seychelles.



...

Tra i reati contestati anche l'estorsione, usura e detenzione illegale di armi. Il processo è scaturito dall'indagine dei carabinieri "Gramigna" coordinata dai pm della Dda di piazzale Clodio. Per questa stessa vicenda, nel maggio del 2019, erano state disposte 14 condanne in abbreviato e tre patteggiamenti.


...

Per puro caso, mi è capitato di leggere un articolo del Codacons del maggio 2021 (https://www.codaconsicilia.it/bomb-jammer-falcone-borsellino-salvare/), dove si parla di un dispositivo di sicurezza particolare, chiamato “Bomb Jammer”, che piazzato in una auto, bloccherebbe (usiamo il condizionale) l’azione del telecomando a distanza per gli esplosivi e quindi annullerebbe la possibilità di far saltare un’auto con installato, un dispositivo del genere.




...

Assurdo ed incredibile quel che è accaduto domenica nel carcere di Frosinone, dove un detenuto napoletano del circuito Alta Sicurezza, che era stato minacciato e picchiato nei giorni scorsi da altri ristretti, ha prima minacciato un poliziotto penitenziario con una pistola e poi ha sparato tre colpi verso le celle dove sono ristretti i detenuti che lo avevano minacciato.








...

I Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno dato esecuzione all’ordinanza con la quale il G.I.P. del locale Tribunale, su richiesta della Procura della Repubblica capitolina, ha disposto gli arresti domiciliari per l’imprenditore Vito Roberto Bernardone (classe 1969) e la misura interdittiva del divieto di esercitare la professione nei confronti di un commercialista, entrambi indagati, a vario titolo, per le ipotesi di reato di bancarotta fraudolenta, false comunicazioni sociali, dichiarazione fiscale infedele e indebita compensazione.



...

La FIGC e le istituzioni del territorio scendono in campo per aiutare la comunità di Secondigliano perché il calcio è strumento di educazione e di socialità. Dopo anni di abbandono, si legge nel comunicato della Federcalcio, l'impianto 'Ottorino Barassi', collocato in una delle aree più critiche dell'hinterland napoletano, è stato ceduto all'Associazione 'Insieme tra la gente' e potrà finalmente trasformarsi in un centro di legalità, fondamentale per il recupero dei giovani. Un punto di riferimento per l'intero quartiere, passato alle cronache come un luogo ad altissima percentuale di criminalità.


...

I difensori del senatore Luigi Cesaro (FI) "dopo aver preso visione del contenuto dell'ordinanza applicativa della misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli, dott.ssa Miranda, rilevano innanzitutto che già l'ufficio del pm ha rivisto l'originaria richiesta cautelare, invocando la sottoposizione agli arresti domiciliari invece della custodia cautelare in carcere.



...

I carabinieri del nucleo Radiomobile di Napoli insieme a quelli della compagnia di Poggioreale hanno arrestato per sequestro di persona, lesioni personali aggravate, maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale un 50enne di Ponticelli già noto alle forze dell'ordine.



...

Lunedì scorso il poliziotto in servizio al corpo di guardia della Questura, pensando di aver capito male, ha chiesto all'uomo che si era presentato di ripetere quanto gli aveva appena detto e l'uomo, in tutta tranquillità, gli ha ripetuto che aveva saputo di essere stato condannato a 20 anni di carcere e di essere in attesa del provvedimento esecutivo.