Cuba: Raul Castro firma la Convenzione per i diritti umani

Cuba 1' di lettura 29/02/2008 - Cuba ha firmato ieri la Convenzione internazionale per i diritti politici e civili e la Convenzione internazionale per i diritti economici sociali e culturali, in quello che è stato il primo atto di politica estera di Cuba dalla nomina del nuovo presidente Raul Castro reso noto.

La firma - ha detto il ministro degli Esteri cubano Felipe Perez Roque dal ‘Palazzo di Vetro’ a New York - formalizza e riafferma l’impegno di Cuba per i diritti protetti da questi due strumenti, che il mio paese ha rispettato sistematicamente dopo la rivoluzione cubana del 1959”.


Le due convenzioni, note come “Patti di New York” del 1966, sono state la prima traduzione in forma di trattati internazionali dei principi della Dichiarazione Universale sui Diritti umani. Secondo le regole procedurali, la firma dei trattati rappresenta un’adesione politica cui segue, per essere giuridicamente vincolante, la ratifica. Tra le ratifiche mancanti spicca quella degli Stati Uniti per la Convenzione internazionale per i diritti economici, sociali e culturali.






Questo è un articolo pubblicato il 29-02-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 febbraio 2008 - 3426 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, cuba, Diritti umani





logoEV