SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Fiaccola Olimpica giunta a Bangkok

1' di lettura
2750

fiaccola olimpica

La fiaccola Olimpica è ormai giunta a Bangkok, dove questo pomeriggio sfilerà senza incidenti, almeno nella speranza delle autorità thailandesi.

All’arrivo alle tre del mattino ad accoglierla all’aeroporto militare di Bangkok circa una trentina di thailandesi di origini cinesi che sventolavano bandiere olimpiche e della madre-patria. Nel pomeriggio gli ottanta tedofori porteranno la fiaccola per circa una decina di chilometri lungo le strade della “chinatown” di Bangkok.

La polizia e le autorità thailandesi sono già pronte ad intervenire per bloccare le nuove proteste anti.cinesi che, si prevede, tenteranno di ostacolare il passaggio della torcia olimpica come già accaduto nei precedenti Paesi, mete del tour mondiale della fiamma olimpica, che si concluderà all’inizio di maggio.

La fiaccola Olimpica è giunta in Thailandia dopo la tappa di New Delhi, nella quale sono stati arrestati 180 attivisti filo-tibetani. Gli incidenti verificatesi in India sono stati pochi ma, allo stesso modo, la festa è stata triste, quasi imbarazzata, senza pubblico e avvolta da un’atmosfera tesa e nervosa.

Infatti, il tragitto è stato ridotto a due chilometri e trecento metri, percorso in 84 minuti, a causa delle proteste, che hanno costretto le autorità a blindare la torcia: completamente isolati dal resto della città, bloccati da doppie file di transenne, rotoli di filo spinato, barriere in legno e bambù, poliziotti e soldati in tenuta di guerra, tiratori scelti sui tetti dei palazzi ed elicotteri in volo pronti a segnalare ogni minima calca.

Questo l’ambiente e il clima in cui ha sfilato la torcia Olimpica di Pechino 2008 nella tappa di New Delhi.



fiaccola olimpica

Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 aprile 2008 - 2750 letture