SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Pordenone: bloccato traffico di anabolizzanti destinato alle palestre

1' di lettura
3589

anabolizzanti
Stroncato dalle Fiamme Gialle di Pordenone un traffico clandestino di anabolizzanti destinati alle palestre nel Nord-est. Denunciate sei persone e sequestrate oltre 5000 sostanze pericolose.

L’operazione della Guardia di Finanza ha, dunque, bloccato un traffico clandestino di sostanze dopanti pericolose per la salute, vendute in diversi centri sportivi di Pordenone, Udine e Treviso. Grazie a questa maxi operazione sono state sequestrate oltre 5000 compresse e fiale di anabolizzanti e sostanze pericolose.

I prodotti sequestrati, tra i quali ormoni, steroidi, diuretici e stimolanti, sono tutti articoli destinati esclusivamente all’ambito veterinario; invece, venivano utilizzati per le persone. Sono sostanze adatte per aumentare densità e definizione muscolare negli animali che, però, non possono essere assolutamente metabolizzate dall’organismo umano. Esse, infatti, nell’uomo provocano gravi conseguenze mettendo a rischio la salute di chi le assume.

Inoltre, durante l’operazione la Guardia di Finanza di Pordenone ha potuto sequestrare anche un vero “listino prezzi” dei prodotti dopanti, venduti alle palestre del Nord-est, e dal quale sono emerse le cospicue dimensioni economiche del traffico. Traffico di anabolizzanti e sostanze pericolose, in uno stato avanzato di commercializzazione, stroncato dalle Fiamme Gialle che, da tempo, tenevano sotto controllo l’ormai diffusa negoziazione on- line per evitare limitazioni e divieti, congiunti al commercio di prodotti pericolosi, soggetti a particolari restrizioni.

Restrizioni allo scopo di evitare abusi e illecite destinazioni. Quindi la vasta operazione oltre ad aver permesso di bloccare il traffico clandestino di anabolizzanti, ha portato alla denuncia di sei persone.



anabolizzanti

Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 maggio 2008 - 3589 letture