SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Genova: le urla disturbano i vicini, disabile sfrattata

1' di lettura
3116

Un\'insegnante in pensione residente in un appartamento ad edilizia popolare e canone agevolato  a Genova h ricevuto una lettera di sfratto dal Comune in quanto la figlia, disabile al 74 %, con le proprie urla disturberebbe i vicini.

La figlia della pensionata è una disabile psichica che in varie circostanze è preda di crisi e urla, tanto da infastidire il vicinato. Nella lettera di sfratto dal Comune si legge: \"Forse l\'unica soluzione per l\'assegnataria di mantenere l\'alloggio di edilizia residenziale pubblica e\' quella di allontanare la figlia che potrebbe essere inserita in struttura protetta... In caso contrario lo scrivente dovra\' dar corso al procedimento di sgombero coattivo per il recupero dell\'immobile\".

La pensionata ha fatto ricorso al TAR, ma solo poche ore dopo che il quotidiano La Repubblica ha denunciato il fatto il Comune ha fatto marcia indietro.

Così l\'assessore all\'Housing sociale Bruno Pastorino (PRC): \"Appena venuto a conoscenza del mio assessorato ho fatto revocare il provvedimento. L\'amministrazione comunale è aperta da sempre ai diritti dei più deboli. Dove non è arrivata la burocrazia è arrivato il buon senso politico\".


Questo è un articolo pubblicato il 07-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 luglio 2008 - 3116 letture