SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Cina: esplodono tre autobus nello Tunnan, tre i morti e dozzine di feriti

1' di lettura
2124

Tre esplosioni diverse a Kunming, capoluogo della provincia sud-occidentale dello Yunnan, hanno causato lunedì mattina la morte di tre persone e il ferimento di altre 14. Non si conoscono ancora le ragioni alla base degli attentati né vi sono state rivendicazioni, ma è un segnale preoccupante per le autorità di Pechino a meno di tre settimane dall’inizio delle Olimpiadi.

Le autorità parlano di “casi di sabotaggio” e “azioni deliberate”, quindi di attentati. Non è chiaro se vi sia una relazione con gli incidenti tra lavoratori in sciopero e polizia che si sono verificati la settimana scorsa nel sud dello Yunnan.

La prima esplosione è avvenuta nelle prime ore del mattino a una fermata nel quartiere centrale di Panjiawan. La seconda subito dopo, nelle immediate vicinanze. L\'ultima si è verificata sempre nei pressi, vicino alla zona di Minshan.


Nella zona è giunta una delegazione inviata dal governo centrale nel tentativo di ripristinare la sicurezza e riportare “ordine e armonia” nell’immediata vigilia dei Giochi olimpici. A dispetto degli slogan lanciati dal Partito comunista la Cina è attraversata da una serie di rivolte represse il più delle volte nel sangue.



Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 luglio 2008 - 2124 letture