SEI IN > VIVERE ITALIA > ECONOMIA
articolo

Giulio Tremonti illustra il disegno di legge della Finanziaria: è legge

2' di lettura
2799

giulio tremonti

La sostanza della legge finanziaria è legge dello Stato, la forma sarà legge quando sarà presentata a metà settembre. I contenuti sostanziali sono nel decreto legge. Il provvedimento di legge finanziaria e legge di Bilancio saranno formalizzati entro settembre, come prevede la legge, quando saranno stati acquisiti tutti i dati dei bilanci dei ministeri”. È quanto detto dal ministro Tremonti in occasione della presentazione della propria Finanziaria.

Giulio Tremonti illustra, in conferenza stampa, le linee direttrici dello schema del disegno di legge della Finanziaria 2009 che verrà approvato, nella sua versione definitiva, a settembre contestualmente al disegno di legge di bilancio. Conferenza sulla manovra economica introdotta dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, che ha voluto ringraziare pubblicamente il ministro dell’Economia.

Il governo, con l’approvazione della manovra che si deve a Giulio Tremonti, ha realizzato una grande novità, forse una rivoluzione”. Ha poi continuato Letta: “Ogni anno si parla della necessità della riforma della Finanziaria e della legge di Bilancio. Quest’anno un passo serio forte deciso verso la riforma del nostro sistema si è fatto”.

Successivamente, il ministro Tremonti torna a difendere la Robin Tax, che farà entrare nelle casse dello Stato circa quattro miliardi di euro, sottolineando che gli introiti della tassa sono “soldi che non si mettono in tasca ma servono ad evitare ulteriori tagli alla spesa sociale”.

Inoltre, Tremonti ha evidenziato il fatto che altri paesi applicheranno la Robin Hood Tax e che l’anticipo della manovra per la stabilizzazione dei conti pubblici, fatto con una prospettiva triennale, è stato “oltre che strategico nella logica europea, anche saggio per il nostro Paese, dato il progressivo deterioramento della congiuntura economica a livello internazionale”.

Non potevamo arrivare in autunno con i saldi di finanza pubblica ancora aperta”- ha asserito il ministro dell’Economia, che ha concluso: “La Repubblica Italiana si è impegnata al pareggio di bilancio entro il 2011; è un impegno che la Repubblica Italiana intende rispettare”.

Annunciando, infine, che il piano casa del governo prevede la realizzazione di 20 mila nuovi alloggi per il 2009: “Con il piano casa- ha detto Tremonti- prevediamo di partire già dal prossimo anno con 20 mila nuovi alloggi con il modello delle social houses”.



giulio tremonti

Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 agosto 2008 - 2799 letture