SEI IN > VIVERE ITALIA > SPETTACOLI
articolo

Olimpiadi, cerimonia d’apertura taroccata

1' di lettura
2727

Alla cerimonia d\'apertura dei Giochi olimpici Lin Miaoke ha incantato i teleschermi di mezzo pianeta col suo bel faccino e la voce angelica. Peccato che a cantare la solenne canzone patriottica non fosse lei.

Lin Miaoke, la bambina della cerimonia d\'apertura dei Giochi olimpici che cantava l\'Ode alla Patria, si esibiva in playback. La voce che si poteva ascoltare, invece, apparteneva a Yang Peiyi, 9 anni, esclusa dall\'esibizione a causa dei suoi denti troppo sporgenti e quindi poco telegenici.

Un sospetto che era venuto già a molti telespettatori ma che non aveva ancora trovato conferma. Conferma che, però, è arrivata per bocca di Chen Qigang, direttore musicale della cerimonia d\'apertura, che ha ammesso il trucco: “La piccola Yang Peiyi non è stata scelta per il suo aspetto, lo abbiamo fatto nell\'interesse della nazione”.

La rivelazione sul playback durante la cerimonia di apertura si aggiunge a quella fatta ieri da un quotidiano cinese secondo cui alcuni dei fuochi artificiali mostrati durante la diretta televisiva sarebbero stati sparati prima e non contemporaneamente agli altri, come era sembrato invece in televisione.

Infine, la Cina rischia di dover far fronte anche alle feroci critiche per il gravissimo infortunio occorso a una ballerina , caduta durante le prove della cerimonia. Liu Yan, 26 anni, infatti, e\' caduta da un palco alto circa tre metri durante una prova, lesionandosi una vertebra. Dopo l\'incidente ha subito un\'operazione di sei ore e ora rischia la paralisi.



Questo è un articolo pubblicato il 13-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 agosto 2008 - 2727 letture