SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Rice: si all’indipendenza della Georgia

1' di lettura
2341

Gli Stati Uniti sostengono l\'indipendenza della Georgia. Le truppe russe devono ora lasciare il territorio georgiano” lo ha ribadito il segretario di stato Usa, Condoleezza Rice, nella conferenza stampa congiunta con il presidente della Georgia Mikhail Saakashvili a Tbilisi.

La Rice, dopo essere stata a Parigi per un incontro ufficiale con il presidente francese, è infine volata a Tbilisi per condurre trattative col presidente georgiano Mikhail Saakashvili. La Rice ha il compito di chiarire l’accordo raggiunto da Sarkozy con i russi e cercare di ottenere così un accordo ufficiale sul cessate il fuoco e il ritiro delle truppe di Mosca.

Dagli Usa il presidente George W. Bush, ha nuovamente fatto sentire la sua voce: “La Russia ha danneggiato la propria credibilità e deve rispettare la sovranità e integrità territoriale della Georgia, ritirando le proprie truppe. La Guerra fredda è finita ma gli Usa non abbandoneranno la Georgia. Stiamo collaborando con i G7 e gli alleati per dare fine alla crisi”.

Ad allargare lo strappo tra Russia e Usa ha contribuito anche l’accordo raggiunto tra il governo della Polonia e Washington sullo scudo antimissili. L’intesa, in cambio dell’ok di Varsavia all’installazione di dieci missili intercettori sul suo territorio, prevede da parte americana la creazione in territorio polacco di una base permanente di missili anti balistici Patriot e la promessa di cooperazione in caso di minacce militari alla Polonia.



Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 16 agosto 2008 - 2341 letture