SEI IN > VIVERE ITALIA > LAVORO
articolo

Aumentano le assunzioni per laureati e diplomati

1' di lettura
3090

Secondo un’indagine Excelsior 2008 condotta da Unioncamere in collaborazione con il Ministero del lavoro, nel 2008 per essere assunti, in un caso su due, bisogna avere in mano un diploma o una laurea.

Nel 2008 la percentuale di assunzioni di laureati e diplomati è salita al 51,1 per cento, sette punti in più rispetto al 2007. La ricerca evidenzia che la domanda di lavoratori in possesso del titolo di studio secondario è aumentata di circa 42mila unità rispetto allo scorso anno. In termini relativi, i diplomati rappresentano il 40,5 per cento della domanda di lavoro complessiva.

Tra le lauree l’indirizzo più richiesto resta quello economico, a seguire ingegneria elettronica e dell’informazione, ingegneria industriale. Per quanto riguarda i diplomi invece in testa quelli con indirizzo amministrativo e commerciale, meccanico, e turistico-alberchiero.

A livello territoriale, l’indagine segnala notevoli differenze, con un forte gap tra il Nord e il Mezzogiorno d’Italia. Se nel Nord-Ovest infatti la quota di laureati e diplomati richiesti dalle imprese arriva addirittura a raggiungere il 56 per cento, scendendo di poco (al 52 per cento) nel Nord-Est e al Centro (50,7 per cento), è notevole invece la contrazione al Sud (poco più del 45 per cento la quota totale).



Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 agosto 2008 - 3090 letture