SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

India: centinaia di morti per i monsoni

1' di lettura
2568

È salito a circa 2,5 milioni, secondi stime ufficiali, il numero di abitanti dell’est dell’India bloccati e isolati a causa delle gravi inondazioni causate dalle piogge monsoniche.

Di ritorno da una visita nella regione, il primo ministro Manmohan Singh ha parlato di “calamità nazionale”, annunciando un aiuto di circa 150 milioni di euro e rifornimenti alimentari; l’esercito è già stato dispiegato.

La situazione è peggiorata negli ultimi giorni nello stato del Bihar, dove le piogge torrenziali hanno fatto straripare il fiume Kosi, provocando innumerevoli senza tetto e almeno 46 morti.

Sul numero complessivo delle vittime delle alluvioni le stime parlano di almeno 800, considerando anche i circa 700 morti nello popoloso stato dell’Uttar Pradesh.
Le piogge monsoniche hanno conseguenze drammatiche ogni anno nel nord e nell’est del paese; nel 2007, il bilancio era stato di circa 2200 vittime.


Questo è un articolo pubblicato il 30-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 agosto 2008 - 2568 letture