L’Agcom diffida Tim e Vodafone

1' di lettura 06/09/2008 -

L\'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha inviato a Tim e Vodafone una diffida, in cui si incita le due compagnie telefoniche ad assicurare informazioni trasparenti sulle tariffe e riconoscere ai loro clienti il diritto di recesso senza l\'obbligo di pagare penali. La diffida segue di pochi giorni l\'ispezione seguita ai ritocchi di vecchie tariffe telefoniche annunciati in agosto.



L\'Autorità ha contestualmente avviato nei confronti degli stessi operatori due procedimenti sanzionatori per le modalità finora adottate: a Tim per l\'inadeguatezza del preavviso nella recente modifica dell\'autoricarica entrata in vigore lo scorso 6 agosto e a Vodafone per la scarsa trasparenza delle condizioni economiche dell\'offerta.

Dal canto suo Vodafone Italia informa di aver già provveduto nei giorni scorsi ad effettuare le modifiche richieste. In particolare sono già disponibili e accessibili direttamente dalla pagina iniziale del sito web www.vodafone.it tutte le offerte Vodafone oggi sottoscrivibili, secondo gli schemi previsti dalle delibere dell\'Autorità.

Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unione Nazionale dei Consumatori così commenta: “Nel mese di agosto abbiamo ricevuto moltissime mail e segnalazioni di consumatori arrabbiati e confusi che chiedevano spiegazioni sulle rimodulazioni dei piani tariffari. Per questo, contro i rincari previsti è possibile rivolgersi al Giudice di pace per chiedere la nullità della variazione contrattuale decisa unilateralmente dall\'operatore telefonico”.






Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 settembre 2008 - 4990 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia angeletti, telefonia, tim, vodafone





logoEV