Veneto: ora di religione obbligatoria per tutti

1' di lettura 06/09/2008 -

L\'assessore veneto all\'istruzione Elena Donazzan (An) sta lavorando a un disegno di legge regionale per l\'insegnamento obbligatorio della religione cattolica. Secondo l\'assessore: “la religione non dovrebbe più essere facoltativa in Veneto, ma per tutti gli alunni, italiani e stranieri, nel programma di studio”.





La Donazzan spiega la sua proposta durante un’intervista al quotidiano Nuova Venezia: “La religione insegnata sui banchi non è basata sulla catechesi, ma sulla conoscenza dell\'uomo. E\' l\'approccio all\'umanesimo di cui è intrisa la nostra esistenza”.

Subito la Donazzan viene fermata dalla dirigente scolastica del Veneto Carmela Palumbo: “Le norme generali sull\'istruzione sono di competenza legislativa statale. Nel caso della religione, poi, questa è materia regolata dal Concordato con la Chiesa. Non è quindi neppure di potestà esclusiva dello Stato, figurarsi di una Regione”.

La Palumbo prosegue: “Vi è inoltre da tenere presente che nella stessa Costituzione vige il principio che ogni individuo ha il diritto di professare o non professare la propria religione. Ne discende quindi che questa non può diventare materia obbligatoria di studio”.







Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 settembre 2008 - 3280 letture

In questo articolo si parla di scuola, religione, politica, giulia angeletti, veneto





logoEV