Per Young Directors Project 3 un sogno lungo un anno

IvincitoridegliYDP3neilocaliUNIVERSAL 3' di lettura 26/09/2008 - Luca Argentero e Valentina Lodovini in un faccia a faccia con i vincitori del concorso per cortometraggi Young Directors Project. Incontro avvenuto ieri, durante la fase conclusiva dello stage formativo che porterà i giovani vincitori e i loro cortometraggi in anteprima al Festival internazionale del Film di Roma 2008



Sta per calare il sipario sul terzo capitolo di Young Directors Project, il concorso per giovani autori di cortometraggi promosso da Mini, Studio Universal e il mensile Ciak, ai quali quest’anno si aggiunge la concessionaria leader nel settore cinematografico Opus Proclama come media partner esclusivo del progetto. Seppure ormai consolidato come punto di riferimento per migliaia di aspiranti filmmaker oltre che per pubblico e operatori di vari festival italiani, quest\'ultima edizione del progetto triennale si è rivelata ancora più multimediale e aperta ai giovani. Da quest’anno infatti, la selezione dei concorrenti, vagliati da una giuria di esperti e professionisti, si è basata sull’invio di video che loro stessi hanno realizzato sul tema Passioni e Ossessioni e poi inseriti all’interno del sito www.ydp.it.


Come per le due edizioni precedenti, tre giovani autori sono stati avviati ad uno stage produttivo di un mese a Roma presso Studio Universal. Lo stage, coordinato dal tutor master Eugenio Cappuccio, qui anche in veste di giurato, sarà finalizzato alla produzione professionale di tre nuovi cortometraggi da proiettare in anteprima a Roma durante la Festa del Cinema 2008. La composizione della giuria di YDP 3, il concorso fiore all\'occhiello del progetto pluriennale Mini Supports Cinema, è una felice combinazione di vivaci novità e solide conferme. Tra le novità gli attori Luca Argentero, Valentina Lodovini e il produttore Domenico Procacci accanto a nomi già rodati, il regista Eugenio Cappuccio, il direttore di Ciak Piera Detassis (Presidente), Andrea Castronovo, presidente e AD di BMW Group Italia, e Luca Federico Cadura, presidente di NBC Universal Global Networks Italia.Su 116 filmati ricevuti dall\'organizzazione, ecco i tre vincitori: Giampietro Balia (22 anni, residente a Tallinn, Estonia), autore di FOREVER MINE, Verdiana Milia (21 anni, Milano), autrice di IL PALESTRATO e Francesco Calderone (22 anni, Palermo) che firma MIELE AMARO.


Durante l\'icontro con i tre giovani registi Luca Argentero, a breve ospite del Festival del cinema italiano di Annency, con il suo irresistibile sorriso, e sulla fronte il suo ciuffo ribelle, ha detto la sua in merito al mestiere dell\'attore, rispondendo come un fiume in piena alle domande dei ragazzi, e a proposito del rapporto con i giovani registi, come nel caso di Cupellini per il suo film \"Lezioni di cioccolato\", ha detto \" del resto gli attori sono esseri egosintonici\", riferendosi alla forte personalità e all\'esaltazione dell\'io - vizi e virtù - indispensabili all\'essenza stessa dell\'attore. Al fianco del bel torinese in questa avventura, un\'affascinante e solare Valentina Lodovini, anche lei attrice, anche lei young, entusiasta e soddisfatta di aver preso parte a questo terzo appuntamento con il cinema giovane. La parola passa a Eugenio Cappuccio, membro di giuria e Tutor del master di YDP 3, che conclude esprimendo il suo parere su questo progetto \"YDP si presenta come una delle poche iniziative in Italia che effettivamente mette un giovane “aspirante regista” nelle condizioni di realizzare oggi, secondo certi canoni, un cortometraggio; un’opportunità rara, dato che viene gratuitamente offerta ad un assoluto esordiente\".








Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 settembre 2008 - 3226 letture

In questo articolo si parla di roma, spettacoli, stella scarafoni, YDP3, ydp





logoEV