SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Raid americano in Siria, otto morti

1' di lettura
2703

Ieri pomeriggio, attorno alle 15,45 ora italiana, un commando di otto uomini americani ha fatto incursione in un edificio a Mashahdeh nei pressi di Abu Kamal in territorio Siriano. Il bilancio è di otto morti tra cui una donna.

I motivi dell\'operazione militare sono ancora tutti da chiarire. Il Pentagono per il momento tace. Quel che è certo è il grave bilancio di otto vittime e il rischio di un incidente diplomatico. Stando alle agenzie di informazione siriane, ieri pomeriggio attorno alle 16.45 ora siriana, un commando di otto militari americani, sbarcato da quattro elicotteri, avrebbe fatto irruzione in un edificio nel piccolo centro siriano, ad appena quindici chilometri dal confine con l\'Iraq.

I militari una volta dentro l\'edificio avrebbero aperto il fuoco contro degli operai, uccidendone otto. Stando sempre ad alcune fonti siriane, l\'obiettivo degli statunitensi sarebbe stato quello di fermare i rifornimenti di armi e denaro diretti in Iraq. Ora il problema è la possibilità di un incidente diplomatico. Il Pentagno non ha ancora espresso un\'opinione a riguardo, ma Damasco ha immediatamente convocato l\'incaricato d\'affari statunitense e l\'omologo iracheno per cercare di capire che cosa è accaduto.


Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 ottobre 2008 - 2703 letture