SEI IN > VIVERE ITALIA > POLITICA
comunicato stampa

Sri Lanka: ribelli Tamil di nuovo al bando, soluzione politica lontana

1' di lettura
2017

Il governo di Colombo ha ufficialmente messo al bando il gruppo ribelle separatista ‘Tigri per la liberazione della patria tamil’ (Ltte); la misura, già adottata nel 1998, era stata revocata nel 2002 dall’attuale primo ministro Ranil Wikremesinghe per avviare i colloqui di pace e giungere a una tregua, poi rotta nel 2006.

La decisione rafforza l’opinione che il governo, nonostante ripetuti appelli da soggetti internazionali, non intenda intavolare nessun colloquio con i ribelli, al momento in grave difficoltà militare, per trovare una soluzione politica al conflitto. I militari hanno detto oggi di aver sconfitto la linea di difesa dei ribelli tamil al ‘Elefant pass’, la via di collegamento verso la penisola di Jaffa; “le forze di sicurezza stanno ottenendo rapidi vantaggi tattici conducendo i ribelli tamil verso l’estinzione”, si legge in una nota del ministero della Difesa.

Le operazioni militari convergono ora verso il distretto di Mullaitivu (nordest), ultima roccaforte dei ribelli ma dove sono anche concentrati in condizioni di vulnerabilità 230.000 sfollati, per la salvezza dei quali la Chiesa cattolica locale e le organizzazioni umanitarie hanno rivolto più appelli.

Ieri intanto nella capitale Colombo una bomba è esplosa su una linea ferroviaria a Mount Lavinia, alla periferia della città, senza provocare vittime; è la quarta esplosione in una settimana: il 2 gennaio, meno di un’ora dopo l’annuncio da parte del presidente Mahinda Rajapakse della conquista di Kilinochchi, capitale politica delle Ltte, un ordigno era esploso davanti la sede del quartier generale dell’aviazione provocando tre vittime e una trentina di feriti



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 08 gennaio 2009 - 2017 letture