SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Salute: attacchi di panico, aumentano con le esperienze della vita

2' di lettura
2442

panico
I bambini geniticamente predisposti sono maggiormente esposti al rischio di ammalarsi di attacchi di panico in età adulta, influenzati anche dalle circostanze della vita.

Secondo uno studio dell\'Universita\' Vita-Salute San Raffaele di Milano e dell\'Istituto Scientifico Universitario San Raffaele in collaborazione con il Norwegian Institute of Public Health, il Queensland Institute of Medical Research di Brisbane (Australia) e il Virginia Institute of Psychiatry di Richmond (Usa), chi vive gravi esperienze di distacco dai genitori, a causa di divorsi o di decessi, è più soggetto in età adulta ad ammalarsi di attacchi di panico.

La ricerca, basata su delle interviste a 700 gemelli, ha infatti rivelato che le persone con attacchi di panico erano significativamente piu\' numerose tra i gemelli che da piccoli avevano subito dei traumi da separazione.

Le interviste approfondivano gli eventi di separazione precoci e la storia di ciascun gemello per conoscere se vi erano nella loro vita eventi o traumi da separazione. Poi, ciascun gemello e\' stato sottoposto ad un test di respirazione utile per capire se una persona e\' a rischio di attacchi di panico. Al soggetto viene così chiesto di respirare una miscela d\'aria arricchita di anidride carbonica.

Le modalità di respiro e, di conseguenza, le reazioni degli individui possono essere due e corrispondono alle possibilità di essere soggetti ad attacchi di panico. Infatti, in questo modo, i ricercatori hanno potuto osservare che le persone che respiravano velocemente, in maniera inefficace e reagisce con un picco di ansia, sono più a rischio di attacchi di panico.

Con queste persone, dunque, è importante - spiega Marco Battaglia, docente di Psicopatologia dello Sviluppo all\'Università San Raffaele - avere pazienza e prestare loro attenzione, al fine di indurli piano piano a superare gli attacchi e compiere nuove esperienze. Esperienze di allontanamento, lontane dalla loro capacità e che, a lungo tempo, costituiscono un metodo preventivo e terapeutico al tempo stesso.



panico

Questo è un articolo pubblicato il 09-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 09 gennaio 2009 - 2442 letture