SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Ogni anno 8000 incidenti domestici mortali

2' di lettura
6439

infortunio domestico
Ogni anno avvengono circa 4 milioni e mezzo di infortuni domestici, di cui 8000 mortali, con circa 3 milioni e 800 mila persone infortunate. A rivelarlo sono le stime dell\'Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (Ispesl).

Gli incidenti domestici, da quanto si apprende dalle stime Ispesl, sono in costante aumento e causano ogni anno 8000 morti. Un dato allarmante per Federcasalinghe che, nei giorni scorsi, ha presentato questi dati e chiede così al governo un maggiore impegno nell\'informazione e nella prevenzione degli incidenti in casa.

La casa, considerata da sempre il luogo sicuro in cui rifugiarsi, non lo è. Infatti, in essa avvengono circa 4 milioni e mezzo di infortuni domestici con circa 3 milioni e 800 mila persone infortunate. Infortuni, catalogati per tipologia e per tipo di lesioni, ma che hanno tutti una causa comune.

Per Federcasalinghe alla base degli incidenti domestici c\'è sempre la mancanza di sensibilizzazione e informazione da parte del governo. La maggior parte delle persone che si fanno male in casa sono, come prevedibile, le donne (65%) delle quali il 48% over65, contro il 35% degli uomini. Considerando poi il tipo di lesione, la Ispesl, dall\'elaborazione dei dati Istat, pone in cima alla classifica le contusioni, che costituiscono il 40% degli infortuni domestici, seguite dalle fratture (23%) e dalle ustioni (7%). Incidenti che, nella maggior parte dei casi, colpiscono la mano (24%) poi la testa e gli arti inferiori, rispettivamente nel 20% e nel 14% delle situazioni.

Quindi, come si evince dalle stime Ispesl, il fenomeno degli incidenti domestici è in espansione e rappresenta il maggiore numero di aggiornamenti delle tabelle Inail per il riconoscimento infortunistico. A tal proposito la presidente della Federcasalinghe, Federica Rossi Gasparrini, chiede al governo di \"spendere i circa 180 milioni destinati per legge alla prevenzione e di imporre alla Rai di dedicare trasmissioni serie a questo scopo\". Inoltre, chiede \"di aiutare le famiglie meno abbienti a installare in casa strumenti come i segnalatori di fuga di gas, grazie ad esempio a un aumento dell\'importo della social card da 40 a 60 euro\".



infortunio domestico

Questo è un articolo pubblicato il 16-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 15 gennaio 2009 - 6439 letture