SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Rassegna stampa rassegnata: cercasi una buona notizia... disperatamente!

3' di lettura
5892

Implacabile come ogni settimana Sèrola torna con la sua Rassegna Stampa Rassegnata, per raccontarci quello che, ancora più implacabilmente, accade intorno a noi.
Questi giorni fa davvero freddo, il che basta per far riemergere su tutti i media la tesi secondo la quale il riscaldamento globale sarebbe un bluff. Nonostante le smentite da parte degli scienziati, molti ci credono ed incominciano a contestare i vari progetti ecologici come il Protocollo di Kyoto. Anche Russia ed Ucraina ci credono, e infatti hanno deciso che i loro principali clienti (gli stati europei) possono benissimo fare a meno del riscaldamento, almeno finché non risolveranno la loro annosa querelle sul pedaggio da pagare per far passare il gas dell\'una nei gasdotti che attraversano i territori dell\'altra.
\"Tra i due litiganti, il terzo starnutisce\"

Intanto nel mondo cresce l\'ansia per la sorte di migliaia di civili inermi intrappolati nella striscia di Gaza, mentre Hamas continua scriteriatamente a lanciare contro Israele provocazioni sotto forma di razzi ed Israele reagisce bombardando in modo massiccio ed indiscriminato, in stile vagamente biblico (muoia Hamas insieme a tutti i civili palestinesi). Dopo tre settimane, la macabra conta dei morti supera i 1000, vi risparmio la cifra relativa ai bambini, ed oltre 5.000 feriti. Quando arriverà la tregua, sarà comunque troppo tardi per la pace.
\"Operazione Erode\"

Di fronte alla tragedia in atto nella striscia di Gaza, i politici ed i personaggi pubblici italiani che fanno? Quello che gli viene meglio: polemizzano. Accuse pesanti sono state rivolte a Santoro, reo di aver preso le parti dei palestinesi durante una puntata di Anno Zero. Che coincidenza, anche dalle nostre parti basta esprimere solidarietà per le vittime civili per essere tacciati di anti-semitismo. Chissà se lo diranno anche di tutti coloro che oggi hanno partecipato alla marcia per la pace? Però almeno noi non ci minacciano di censura.
\"Semantica o Semitica\"

Solidarietà, rispetto e giustizia meritano anche le oltre 30 vittime sul lavoro che si sono registrate in Italia dall\'inizio del 2009. Un dramma sminuito col nome \"neutro\" di morti bianche e di cui si parla troppo poco. Ma se i lavoratori del settore privato piangono, sicuramente non ridono quelli del settore pubblico, il cui ministro Brunetta promette di usare \"il bastone e la carota\". Migliaia di lavoratori nel panico, si teme che entrambi gli \"strumenti di promozione\" finiranno nello stesso solo posto. E farà male...
Citando Woody Allen, \"non voglio raggiungere l\'immortalità con il mio lavoro. Voglio arrivarci non morendo\"

Cercando qualche buona notizia per controbilanciare queste pessime notizie, fortunatamente mi sono imbattuta in un evento più lieto: ha appena festeggiato l\'ennesimo compleanno, è decisamente vecchio ma sempre uguale, mingherlino, bruttino, un po\' storto eppure ancora sulla cresta dell\'onda e fermamente intenzionato a rimanerci a tempo indeterminato! Chi è? O Braccio di Ferro o Giulio Andreotti, decidete voi.
\"Perché è un bravo ragazzo...\"

NB: in riferimento all\'Operazione Erode, ci tengo a precisare che non sono affatto ostile agli Ebrei (anzi) e/o allo Stato di Israele, tantomeno sono a favore di Hamas. Sono semplicemente contraria ad ogni forma di guerra, e solidale con le vittime civili, da qualsiasi parte della barricata esse siano.


Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 19 gennaio 2009 - 5892 letture