SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Milano: Mri-Nova, una macchina che calcola il rischio di ictus

1' di lettura
2675

Un nuovo apparecchio per la risonanza magnetica consente di calcolare la percentuale di rischio dei pazienti che potrebbero avere un ictus. L\'apparecchiatura si chiama Mri-Nova, arriva dall\'universita\' dell\'Illinois di Chicago ed e\' attiva nei reparti di neuroradiologia dell\'Istituto neurologico \'Carlo Besta\' e dell\'ospedale Niguarda.

Dagli Stati Uniti è arrivata a Milano la macchina che prevede l\'ictus: una nuova angiografia in risonanza magnetica, in grado di calcolare la probabilita\' che un paziente a rischio vada incontro a \'infarto cerebrale\', e di monitorare l\'efficacia dei trattamenti preventivi


Finora non si poteva prevedere il momento giusto per intervenire su un vaso alterato applicando un by-pass e per capire quando passare dai farmaci alla chirurgia il medico doveva interpretare i segni e i sintomi clinici e i dati strumentali. Adesso si potrà studiare direttamente il vaso come se ci fosse un rivelatore di flusso inserito direttamente nell’arteria interessata, ma con un’invasività minima perché tutto è virtuale: il calcolo lo fa il computer che, attraverso un apposito Algoritmo, ricrea tutte le sezioni virtuali del vaso sanguigno mostrandole al medico senza dover cateterizzare il paziente.



La MRI-NOVA non è solo uno strumento di valutazione preventiva, ma anche di controllo sull’efficacia dei trattamenti: si potrà ad esempio verificare se il bypass di una carotide che si era occlusa (ogni anno causa di ictus in 61mila pazienti USA e di TIA in 19mila) ha ripristinato adeguatamente il flusso sanguigno.



Questo è un articolo pubblicato il 27-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 27 gennaio 2009 - 2675 letture