SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Rassegna Stampa Rapida

4' di lettura
5864

Rapida rapida che la primavera è in arrivo e la vita chiama. Sarà per questo che noi italiani riusciamo a sopportare una scarrellata di brutte notizie di cronaca o boutade propagandistiche politiche con una semplice scrollatina di spalle? Secondo me è il sole che ci frega...

Ma passiamo rapidamente in esame le notizie clou della settimana!

La più bella di tutti è quella del salace botta e risposta fra Berlusconi e Franceschini: il primo accusa l\'avversario politico di essere un leader catto-comunista (per via della proposta di tassare i più ricchi per trovare gli aiuti da destinare ai più poveri), il secondo lo definisce un clerico-fascista. Sembra una dialogo fra Peppone e Don Camillo, peccato che è tutto vero.
Ma un laico-democratico dove si può trovare?

E sempre loro due continuano a dare grosse soddisfazioni a chi cerca notizie e dichiarazioni eclatanti. Il futuro Imperatore d\'Italia aspetta impaziente che gli vengano consegnate le chiavi del Parlamento (per questo ancora ci vorrà un po\', ma si può svecchiare questo obsoleto sistema democratico, limitando la possibilità di votare ai soli capigruppo) e 4/5 pregevoli statue d\'epoca romana per abbellire la regg... Palazzo Chigi. L\'opposizione intanto si analizza e alla fine si promuove a pieni voti: è vero, hanno perso tutte le elezioni che contano e nei sondaggi si piazzano stabilmente dietro i \"non sa/non risponde\", ma secondo loro adesso finalmente il PD funziona! Caspita!!! Se vi viene la sudarella alla prospettiva dei risultati che potrebbe avere un\'opposizione NON funzionante, state tranquilli: c\'è una soluzione, per fortuna NON politica.

Altro argomento ormai trito e ritrito è la crisi nera dell\'economia, si parla di disoccupazione presto a livelli record, ora anche i laureati riescono al massimo a spuntare qualche contratto anomalo. Oltre ad allinearsi all\'ottimismo governativo, che altro fare? Inventarsi nuove professioni, tenendo a mente che più sono futili più fruttano! Un esempio? Il nostro connazionale Gennaro Pelliccia, assaggiatore professionale di caffè per una nota catena della ristorazione inglese. Una carriera sfolgorante che si basa tutta sulle papille gustative, per cui si è fatto assicurare la lingua per 10 milioni di sterline!!! Considerando che ogni anno il nostro\"Master of Coffee (Maestro di Caffè) assaggia e classifica una media di 5 mila tipi di caffè diversi, io mi farei assicurare le coronarie piuttosto!
\"Quando c\'è la salute c\'è tutto\"

E non vogliamo continuare a parlare di immigrati stupratori? Parliamone! I rumeni accusati delle violenze alla caffarella e di primavalle sono dietro le sbarre. Dopo un\'indagine elogiata come modello esemplare di investigazione deduttiva, con buona pace del rigore scientifico (in fondo, che importa se il DNA non corrisponde? è solo un indizio fra tanti), e data in pasto ai media in tutti i particolari (con buona pace bis della legislazione vigente, voluta da questo stesso Governo), alla fine gli orgogliosi Maigret-de-noantri hanno reso note le conclusioni: sì sono stati loro, cioè non abbiamo prove certe che siano stati loro, anzi il DNA sembra scagionarli, ma avrebbero potuto farlo, e comunque qualcosa di brutto lo avranno fatto sicuramente, anche se non abbiamo ancora capito cosa, ergo teniamoli in galera lo stesso.
Io non so se i due rumeni sono davvero colpevoli, il problema è che non lo ha capito nemmeno la polizia!

Parlando di un altro tipo di violenza, devo citare Franco Orsi che, a dispetto del suo cognome, evidentemente gli animali li odia. Profondamente. Suo il testo della nuova legge sulla caccia, che prevede tra l\'altro la possibilità di imbalsamarsi le prede, di avviare alla nobile arte venatoria i minorenni (16 anni, speriamo non imbalsamino anche i compagni di scuola...), di prolungare il periodo venatorio e cacciare nei parchi, ridurre le sanzioni per chi spara alle specie protette, ed usare gli zimbelli, civette lasciate appese per le zampe ad agitarsi per ore, in modo da attirare con la loro sofferenza altre prede. Secondo molti critici, l\'Europa è pronta a metterci una taglia sulla testa se faremo passare un\'aberrazione del genere.
\"Zimbelli d\'Italia\"


Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2009 alle 21:39 sul giornale del 16 marzo 2009 - 5864 letture