SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Non segnaliamo day: domani medici in piazza

1' di lettura
2184

sanità

Contro il razzismo, per il diritto alla salute: noi non segnaliamo”. Questo è lo slogan che medici, studenti, immigrati e avvocati useranno domani quando scenderanno in piazza contro l’emendamento del pacchetto sicurezza che spinge gli operatori sanitari a denunciare gli stranieri irregolari che si rivolgono a loro per necessità mediche.

Eventi e manifestazioni nella piazze d’Italia per dire no al provvedimento di legge in discussione alla Camera volto a sopprimere il divieto di segnalazione per gli immigrati irregolari che ricevono cure sanitarie.

La giornata di protesta e sensibilizzazione in programma domani è stata promossa da Medici senza Frontiere, dalla Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, dall’Associazione Studi Giuridici sull\'Immigrazione e dall’Osservatorio Italiano sulla Salute Globale, e ha già ricevuto il sostegno dei sindacati medici e di altre organizzazioni di categoria, tra cui la Fnomceo e l’Ipasvi.

Chiara Bodini di Solos spiega: “con la norma già approvata in Senato e in attesa del passaggio alla Camera il primo obiettivo e\' bloccare l\'iter parlamentare”. “Poi, in caso di approvazione, l\'appello alle istituzioni locali e\' che si responsabilizzino verso l\'applicazione della misura, facendosi garanti del diritto alla salute e alla riservatezza delle persone. Senza evocare fantasmi, l\'emarginazione e la clandestinita\' sanitaria e\' pericolosa per tutti, le patologie non fanno distinzioni\".



sanità

Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2009 alle 20:17 sul giornale del 17 marzo 2009 - 2184 letture