SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Google Street: è bufera perché viola la privacy

1' di lettura
2355

L\'occhio delle telecamere di Google Street View ha ripreso a Londra qualche dettaglio di troppo, fotografando situazioni imbarazzanti, in violazione della privacy. I londinesi non hanno gradito e Google ha dovuto oscurare centinaia di foto di Street View scattate in una zona centrale di Londra, nel quartiere di Soho.

La prima protesta arriva da un signore britannico ripreso mentre esce da un sexy shop di Londra e da un ragazzo immortalato mentre vomita per strada dopo aver bevuto molto. Alle prime lamentele, l\'azienda di Montain View ha risposto con il silenzio. In seguito però, le segnalazioni sono aumentate e si sono aggiunti alcuni casi in cui la macchina di Google riusciva a \"spiare\" all\'interno delle case attraverso le finestre.

Google tutela la privacy oscurando, sulle foto utilizzate per la creazione della visuale 3D, i volti delle persone e le targhe delle automobili, mediante “pixelatura” della porzione di immagine. Non sempre questo sistema è efficace.

Street View ha recentemente esteso la copertura delle città d’Italia. Finora il servizio era limitato a Milano, Firenze e Roma, e una parte del lago di Como. Nei giorni scorsi BigG ha annunciato la copertura di 14 nuove città italiane: Udine, Genova, Torino, Napoli e la Costiera Amalfitana, Parma, Livorno, Perugia, Bari, Bologna, Arezzo, L\'Aquila, Reggio Calabria, Catania e Cagliari.


Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2009 alle 15:22 sul giornale del 23 marzo 2009 - 2355 letture