SEI IN > VIVERE ITALIA > ECONOMIA
articolo

General Motors: bancarotta \'rapida e chirurgica\'

1' di lettura
1974

General Motors ha ancora un mese e mezzo di tempo per presentare un piano di ristrutturazione credibile, ma il governo degli Stati Uniti si sta già preparando a una bancarotta \"rapida e chirurgica\".

Lo scenario più probabile, in caso di bancarotta pilotata, prevede infatti la divisione degli asset di General Motors tra una \"good company\" e una \"bad company\" che si accollerebbe i marchi privi di mercato e i debiti legati alla sanità.

Si tratta di una fase preparatoria al processo di amministrazione controllata nel caso in cui, entro il primo giugno, l’azienda non sia ancora riuscita a raggiungere un accordo con gli obbligazionisti ed i sindacati dei lavoratori.

Al momento il colosso di Detroit è in trattative con i detentori di bond societari per la conversione di debito in azioni, un’operazione dal valore complessivo pari a 28 miliardi di dollari.

Gli obbligazionisti di General Motors sarebbero però del tutto contrari a un’eventuale bancarotta di General Motors, pur pilotata. Di conseguenza starebbero mettendo a punto le argomentazioni legali contro il ricorso al Chapter 11 per la casa automobilistica che invece vertici e governo vorrebbero.



Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2009 alle 18:30 sul giornale del 14 aprile 2009 - 1974 letture