Obama annuncia piano contro le evasioni

1' di lettura 05/05/2009 - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha annunciato un piano per combattere l’evasione fiscale oltreoceano e i paradisi fiscali: “A nessun piace pagare le tasse, soprattutto in tempi di crisi. Ma la maggior parte degli americani rispetta gli obblighi. Molti cittadini e imprese adempiono ai loro obblighi ma ci sono altri che non lo fanno”.


Nel presentare il proprio piano di riforma, il presidente ha sottolineato che: “il codice fiscale è pieno di scappatoie che agevolano le aziende, e non possiamo premiare quelle società americane che operano oltreoceano e che riescono a trovare il modo di evadere le tasse. Anche perché pagare le tasse è un obbligo legato alla cittadinanza”.

Secondo il Wall Street Journal finora alle multinazionali americane è stato consentito di far defluire gli utili ottenuti sui mercati esteri nei cosiddetti paradisi fiscali, come le isole Cayman, e le imprese hanno accumulato depositi per oltre 700 miliardi di dollari negli ultimi anni.

Gli esperti sostengono che il nuovo regime fiscale consentirà al governo di riportare nelle casse dell\'Erario circa 86,5 miliardi di dollari tra il 2011 e il 2019. Il governo Usa sta anche considerando misure che limitino molte delle deduzioni che usano le imprese Usa per differire il pagamento degli utili esteri.

Se verrà approvato dal Congresso si tratterà della maggiore stretta fiscale negli Stati Uniti dal 1986.





Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2009 alle 19:42 sul giornale del 05 maggio 2009 - 2083 letture

In questo articolo si parla di economia, giulia angeletti, USA