Rassegna stampa ristorante

4' di lettura 06/05/2009 - Viste le numerose abbuffate del periodo, tra picnic, matrimoni, cerimonie e quant\'altro, e considerando le \"gustose\" notizie della scorsa settimana, questa volta la rassegna stampa ve la servo così (meglio tardi che mai)!

ENTREE: Antipasto di Dittatura
Il Governo annuncia le persone individuate dal Premier come prossimi nuovi Ministri o Viceministri, dimenticandosi però che questa funzione, come prescritto nella Costituzione Italiana, spetta al Presidente della Repubblica. Ancora, perlomeno. Qualcuno deve aver fatto notare lo strappo all\'etichetta, perché immediatamente è arrivata la smentita: Berlusconi non avrebbe fatto alcun nome (chissà, li trasmette per telepatia? o magari usa le foto segnaletiche!), anzi chiederà subito un appuntamento a Napolitano per definire le nuove nomine. Se chiama anche Ratzinger, potrebbe approfittare dell\'occasione per eliminare queste vecchie pastoie costituzionali ed auto-incoronarsi sovrano d\'Italia, seguendo l\'esempio di un altro personaggio politico dello stesso \"livello\" a cui già, del resto, lo paragona chi lo conosce bene. Se posso dare un consiglio, meglio aspettare dopo il 5 maggio, però!

PRIMO: Linguine alla Puttanesca
Attenzione, si tratta di un piatto molto piccante, servito dalla nostra ormai ex First Lady all\'ormai altrettanto ex consorte. La signora Veronica Lario, che già in passato aveva chiaramente fatto capire di non digerire affatto certi stuzzichini hot del marito, ha reso nota la sua intenzione di abbandonare il desco familiare dopo che Berlusconi ha prima annunciato la candidatura alle Europee di veline e soubrettes per poi presenziare (e con un regalo sontuoso) alla festa di compleanno di una ragazzina appena maggiorenne che lo chiama papi. Ma che c\'è di male? Del resto Berlusconi è il più amato fra i genitori e la sprovveduta Veronica si è lasciata traviare dalla stampa sobillata dalla sinistra. Evidentemente, la signora Lario preferisce leggere i giornali piuttosto che parlare al marito... Ma l\'identica reazione della Fondazione Fini sulla possibile candidatura delle veline come si spiega?

SECONDO: Porcate in Agrodolce
Lo so, il maiale non è esattamente l\'animale più in voga in questo momento, ma come altrimenti definire il cosiddetto decreto salva-manager, che esonera i rappresentanti delle imprese da ogni responsabilità negli infortuni o nelle morti bianche? Oppure la modifica della legge anti-racket, che esonera gli imprenditori titolari di appalti pubblici dal denunciare eventuali estorsioni e tentativi di infiltrazioni mafiose? E mentre si cerca ancora invano di far abolire le Province, per risparmiare e razionalizzare le risorse pubbliche, la Regione Sicilia si prepara ad approvare 500 nuovi dirigenti: davvero una grande abbuffata!

CONTORNO: Insalata Abruzzese
Non c\'è occasione pubblica in cui non venga menzionato l\'Abruzzo, non c\'è personaggio politico o pubblico che non si rechi in pellegrinaggio fra le macerie. Grandi, grandissime promesse, ma al momento pochi fatti ed inizia a serpeggiare una certa irritazione fra gli sfollati, costretti oltretutto a subire ulteriori disagi dovuti alle misure di sicurezza per le visite del potente di turno. E intanto la terra continua a tremare, anche se oramai nessuno in Abruzzo è più sicuro della reale intensità delle scosse.

FRUTTA: Mango Se Me Paghi!
Si tratta di un tipo di frutto esotico, noto anche come \"Ma Mango A Pagamento\", che cresce in Kenya solo in certi periodi, quando spirano forti venti di guerra. Lo coltivano le sagge donne africane, che lo propinano in dosi massicce ai loro uomini per convincerli che chi fa la guerra non ha le necessarie energie per fare anche l\'amore. La distribuzione del frutto, dalle proprietà calmanti e rinsaventi, viene effettuata indiscriminatamente da tutte le donne, single, sposate, vedove e persino prostitute. Make love not war! Sennò, mango per sogno!

DOLCE: Zabaione Magistrale
Dopo tante amarezze, finalmente una buona notizia per i magistrati italiani: sia Luigi De Magistris che Clementina Forleo sono stati prosciolti dalle varie accuse e riabilitati. I comunicati dei media sono decisamente scarni ma si sa, meglio non eccedere con il dolce, soprattutto quando si è a stretto regime (dietetico).

et voilà, il pranzo è servito... Burp!





Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2009 alle 01:03 sul giornale del 05 maggio 2009 - 6273 letture

In questo articolo si parla di attualità, ironia, Sèrola, Rassegna stampa rassegnata

Leggi gli altri articoli della rubrica Rassegna stampa rassegnata