Iran: uomo lapidato per adulterio

1' di lettura 06/05/2009 - Un uomo è stato lapidato perché riconosciuto colpevole di adulterio. Sale così a cinque il numero delle persone giustiziato con queste genere di supplizio negli ultimi due anni in Iran, nonostante il capo della magistratura, ayatollah Mahmud Hashemi Shahrudi, avesse ordinato una sospensione della lapidazione.


Secondo l\'organizzazione \"Iran Human Rights\", l\'uomo ucciso si chiamerebbe Mohammad Ali Navid Khamam e sarebbe stato condannato a Rasht dal giudice Kashani. Si tratta dello stesso giudice che avrebbe deliberato la condanna a morte di Delara Darabi.

Negli ultimi 4 anni, sono state lapidate 5 persone. I corpi dei condannati vengono sepolti fino alle spalle se sono donne; fino alla vita se sono uomini per consentire loro un ultimo vano tentativo di difesa, che alle donne invece viene negato.

Dopo la Darabi, la pittrice impiccata il primo maggio per un omicidio commesso quando aveva 17 anni, altri due giovani condannati per delitti commessi quando erano minorenni dovrebbero salire sul patibolo mercoledì in Iran.

I due sono Amir Khaleghi, 18 anni, riconosciuto colpevole di avere accoltellato a morte un altro ragazzo durante una rissa due anni fa, quando ne aveva quindi 16, e Amir Khaleghi, condannato per un omicidio commesso con le stesse modalità quando aveva 17 anni.





Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2009 alle 16:26 sul giornale del 06 maggio 2009 - 2308 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia angeletti, Iran