Aung San Suu Kyi sta male, ma i militari le vietano le cure

1' di lettura 11/05/2009 - I militari birmani hanno impedito una seconda visita medica alla leader dell’opposizione Aung San Suu Kyi. Il dottor Pyone Moe Ei, che l’aveva visitata un’unica volta venerdì, aveva riscontrato una situazione preoccupante, con segni di disidratazione ed estrema debolezza a causa della pressione bassa.



Soffre di bassa pressione e disidratazione, non mangia e per questo è stata messa venerdì scorso sotto flebo. Lo ha riferito un portavoce del suo partito Nld riportando il racconto dell\'assistente del medico di fiducia della donna. Il dottore è a sua volta impossibilitato a curarla perché detenuto da due giorni con accuse ancora ignote.

Brutti sintomi, brutti segni, soprattutto dopo lo sciopero della fame dell’anno scorso, dopo i disperati 19 anni di prigionia interrotti da brevi e incerti periodi di circoscritta libertà.

Le autorità hanno concesso all\'assistente del medico di rinnovare le cure domenica per sostituire la flebo, ma non hanno chiarito il motivo dell\'arresto del dottor Tin Myo Win, medico personale di Suu Kyi e normalmente l\'unica persona oltre alle due governanti autorizzata a visitarla ogni primo giovedì del mese.





Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2009 alle 18:58 sul giornale del 11 maggio 2009 - 2022 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia angeletti, myanmar





logoEV