Fini: rispettare il diritto d’asilo per gli immigrati

1' di lettura 12/05/2009 - “Una politica lungimirante in tema di immigrazione deve basarsi sulla garanzia di sicurezza e legalità, ma anche su una forte cooperazione internazionale, perché nessun migrante è felice di andarsene dalla sua terra”. Queste le parole di Gianfranco Fini, in visita diplomatica ad Algeri.




Il presidente della Camera, non è d’accordo che i respingimenti dall\'Italia di immigrati clandestini siano di per se stessi violazioni del diritto internazionale, ma invita a verificare prima dei respingimenti se l\'immigrato che ne è oggetto ha titolo per chiedere il diritto di asilo.

Secondo Fini: “il tema dei respingimenti e dell\'immigrazione è cosi delicato da non poter essere affrontato in maniera superficiale o, peggio ancora, propagandista. Un conto è l\'immigrato clandestino, mentre un altro conto è chi gode della possibilità di chiedere asilo”.

Poi continua: \"La questione impone necessariamente di avere attenzione ai problemi della sicurezza e della legalità, ma ancora di più deve svilupparsi un\'azione internazionale per lo sviluppo e il miglioramento delle condizioni di vita di tanti paesi”.

Rispondendo indirettamente alle dichiarazioni del presidente del consiglio, Fini ha affermato che: \"non ha molto senso dire \'voglio o non voglio una società multietnica’ perchè è una questione essenzialmente demografica ed è un fatto per esempio che nel nostro esercito ci siano ufficiali e militari che vengono dal sudamerica piuttosto che dal sudest asiatico o dai paesi arabi”.





Questo è un articolo pubblicato il 12-05-2009 alle 17:43 sul giornale del 12 maggio 2009 - 2111 letture

In questo articolo si parla di immigrati, politica, giulia angeletti, Gianfranco Fini, fini





logoEV