SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Cambiamenti climatici e innalzamento dei mari: pericolo per popolazione

1' di lettura
2148

clima

Innalzamento dei mari e della siccità provocati dal cambiamento climatico. Questa la causa per milioni di persone, in tutto il mondo, di abbandono delle proprie abitazioni.

Duecento milioni di persone a rischio nelle prossime decadi a causa dell\'innalzamento dei mari e della siccità, provocati dal cambiamento climatico. Lo stabilisce uno studio realizzato dall\'Università delle Nazioni Unite, dall\'organizzazione umanitaria Care International e dall\'Università di Columbia (New York).


Dunque, entro il 2050, 200 milioni di persone saranno costrette a lasciare le proprie terre. Ad annunciarlo è l\'Organizzazione Internazionale per la migrazione che, pur spiegando che è troppo presto per fare previsioni, sbilancia questa stima.


Secondo gli esperti, infatti, entro questo secolo, il livello dei mari potrebbe aumentare almeno di un metro. E questo comporterebbe un flusso migratorio non indifferente. Milioni di persone “costrette a lasciare la propria casa” - spiegano - “a causa dei cambiamenti climatici, per cercare sicurezza e una vita sostenibile”.


Quindi – concludono i ricercatori - “servono fondi per aiutare queste popolazioni a fuggire dalle zone a rischio”. Fra queste, evidenzia lo studio, ci sono le Isole Maldive e Tuvalu. Ma anche le regioni secche come la zona sud-sahariana del Sahel e il Messico, oltre ai paesi dei delta fluviali come Egitto, Vietnam e Bangladesh.



clima

Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2009 alle 16:44 sul giornale del 12 giugno 2009 - 2148 letture