SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Iran: si spara sui manifestanti. Un morto e diversi feriti

1' di lettura
2065

Milizie filogovernative hanno aperto il fuoco sulla folla a Teheran. La gente si era riunita per protestare contro i contestati risultati delle elezioni presidenziali che hanno dato la vittoria al presidente Mahmoud Ahmadinejad . Il primo bilancio parla di almeno un morto e di diversi feriti.


La folla era composta da sostenitori di Mir Hossein Mousavi, scesi in strada per protestare contro la rielezione dell’ultraconservatore Mahmoud Ahmadinejad contro il loro candidato, considerato da molti moderato e riformista. Alla manifestazione, vietata dalle autorità, hanno partecipato centinaia di migliaia di persone.

Moussavi e uno dei candidati alle elezioni presidenziali, Mehdi Karroubi, si sono uniti alla folla assiepata tra piazza della Rivoluzione e piazza della Libertà, nel centro di Teheran. Era atteso anche l\'ex presidente riformista, Mohammad Khatami, che chiede nuove elezioni. La protesta del candidato moderato andrà avanti \"fino alla fine\", promette la moglie di Moussavi, Zahra Rahnavard.

Mousavi ribadisce le accuse di brogli e ha presentato al consiglio dei Guardiani una richiesta formale di annullamento del risultato del voto. Il presidente Ahmadinejad dal canto suo conferma che il voto è stato regolare. Ma per seguire gli sviluppi della protesta ha rinviato di un giorno la partenza per la Russia, dove deve partecipare a un vertice.

I disordini verificatisi in questi giorni sono il risultato di \"provocazioni dei nemici che agiscono da dietro le quinte\", accusa Khamenei. Sabato e domenica le proteste di chi contesta i risultati delle elezioni del 12 giugno sono state represse con la violenza dai reparti anti-sommossa dei Pasdaran e da uomini in borghese, non si sa se appartenenti alla polizia o alle milizie dei volontari islamici Basiji.


Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2009 alle 19:44 sul giornale del 16 giugno 2009 - 2065 letture