SEI IN > VIVERE ITALIA > POLITICA
articolo

Referendum nulli. Non è stato raggiunto il quorum

1' di lettura
1876

I tre quesiti referenderari abrogativi sulla riforma elettorale sono nulli poiché non è stato raggiunto il quorum di votanti necessario. Secondo il sito web del Viminale, a votare sono andati infatti in media circa il 23% degli elettori.


Il referendum puntava ad assegnare dalle prossime elezioni il premio di maggioranza non più alla coalizione che ha riportato più voti, ma alla singola lista o partito. Inoltre, un candidato avrebbe potuto presentarsi in un solo collegio elettorale.

E\' dal 1997 che nessun referendum abrogativo è risultato valido, per mancanza del necessario quorum. Non è stupito della scarsa affluenza Gianfranco Fini, che considera i quesiti del referendum troppo tecnici, e nota una certa stanchezza da parte degli elettori.

Ad esultare è il ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, che considera la sconfitta del referendum una vittoria per la Lega. Secondo il ministro, il referendum era stato fatto per cercare di distruggere la Lega, il risultato dimostrerebbe una vittoria del Carroccio.

Secondo il ministro della Difesa, Ignazio La Russa il quorum per il referendum andrebbe ridotto al 35%, aumentando di molto il numero delle firme per promuoverlo. La radicale Emma Bonino non si stupisce della scarsa affluenza alle urne, e polemizza sulla mancata informazione che era stata fatta nei giorni scorsi da giornali e media.


Questo è un articolo pubblicato il 23-06-2009 alle 16:57 sul giornale del 23 giugno 2009 - 1876 letture