SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Amnesty: possibile adozione di una legge omofobica in Lituania

1' di lettura
1748

Lo scorso 16 giugno, il parlamento lituano (Seimas) ha approvato un emendamento alla legge \"Protezione dei minori contro il dannoso effetto dell\'informazione pubblica\" che istituzionalizza l\'omofobia, viola il diritto alla libertà di espressione e quello di essere liberi da ogni discriminazione.

Sessantasette parlamentari su 74 hanno votato a favore della legge. Il presidente ha 10 giorni di tempo per decidere se porre il veto; se dovesse firmare la legge si verrebbe a creare un precedente allarmante.

La legge, così come modificata, proibisce la diffusione di qualsiasi tipo di materiale che \"agisce in favore delle relazioni omosessuali, bisessuali e poligamiche\", in quanto queste causano \"effetti negativi sullo sviluppo dei minori\". Pone l\'omosessualità allo stesso livello di tematiche quali le violenze fisiche e psicologiche, delle immagini che mostrano corpi morti o mutilati e di tutte quelle informazioni che possono provocare orrore o incoraggiare le automutilazioni o il suicidio.

Amnesty International è preoccupata perché questa nuova legge non solo istituzionalizza l\'omofobia e viola il diritto alla libertà di espressione ma potrebbe essere utlizzata per limitare il lavoro dei difensori dei diritti umani sulle tematiche legate all\'orientamento sessuale e all\'identità di genere.

Questa nuova legge si inserisce in un clima fortemente discriminatorio e intimidatorio ai danni della comunità Lgbt in Lituania. Inoltre, viola gli impegni assunti con i trattati internazionali ed europei sui diritti umani dei quali la Lituania è stato parte e contraddice il documento firmato nel dicembre 2008 all\'Assemblea generale dell\'Onu nel quale si riafferma che i diritti umani riguardano tutti gli individui indipendentemente dal loro orientamento sessuale e/o identità di genere.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2009 alle 01:55 sul giornale del 24 giugno 2009 - 1748 letture