SEI IN > VIVERE ITALIA > POLITICA
articolo

Berlusconi: per fermare la crisi far tacere i catastrofisti

1' di lettura
2210

Il capo del governo non si ferma e dopo l\'invito rivolto al convegno di Confindutria a Santa Margherita Ligure qualche giorno fa, torna ad attaccare i media non allineati: gli imprenditori dovrebbero minacciare di non dare più pubblicità a quei media che secondo il presidente sono essi stessi fattori di crisi.



Secondo il primo ministro bisognerebbe quindi chiudere la bocca a quegli organismi, anche internazionali, che continuano a diffondere dati di calo dell’economia anche di 5 punti. Silvio Berlusconi lo dice durante una conferenza stampa a palazzo Chigi.

La ricetta di Berlusconi è sempre quella: per risollevare i consumi bisogna lavorare per rilanciare la fiducia. Mentre i giornali distruggerebbero la fiducia dei cittadini dell\'Europa e del mondo, bisogna fare in modo che prima di tutto il governo e in secondo luogo tutte le organizzazioni internazionali, lavorino per rilanciare la fiducia.

Al g8 e g27, che Berlusconi presiedera, promette di convincere gli imprenditori a non avere paura, di pubblicizzare i loro prodotti e di essere più convincenti con i direttori e i responsabili degli organi di stampa, incentivandoli affinchè non diffondano la paura.

Il premier prima di iniziare a illustrare le misure anti crisi contenute nel decreto varato oggi, elogia il lavoro del ministro dell\'Economie e rivolge i suoi complimenti a Tremonti per il lavoro che ha svolto.


Questo è un articolo pubblicato il 27-06-2009 alle 20:03 sul giornale del 27 giugno 2009 - 2210 letture